Veretout-Milan, c’è intesa tra le parti: ora l’offerta

Veretout
© foto www.imagephotoagency.it

Veretout al Milan, manca solo l’offerta da parte dei rossoneri e poi si potrà cominciare ad imbastire una vera e propria trattativa

Veretout, il Milan fa sul serio, forte l’interesse per il centrocampista di proprietà della Fiorentina, all’indomani dell’incontro tra l’agente del giocatore Giuffredi ed i vertici rossoneri. Se pensiamo che fino a qualche settimana fa c’era il Napoli in lista per acquistare il cartellino del ragazzo, poi si è inserita la Roma ed ora i rossoneri. La società giallorossa si è mossa per prima ma il Milan in questi ultimi giorni ha effettuato un sorpasso interessante, condiviso anche dal diretto interessato.

LE PARTI SI INCONTRANO- Come detto, è di ieri l’incontro a Casa Milan tra l’agente del giocatore, Mario Giuffredi, e Paolo Maldini. Il procuratore di Veretout non si è particolarmente sbilanciato ma ha comunque detto cose interessanti, spiragli di buone possibiltià: «Abbiamo fatto una chiacchierata in generale. Veretout? Non abbiamo parlato nello specifico. Mario Rui? Vediamo. Maldini? Impressione ottima come sempre».

INCONTRO PROPOSITIVO- Dunque summit positivo per entrambe le parti, potremmo definirlo così, sicuramente Giampaolo in attesa dell’ufficialità avrà effettuato le proprie valutazioni soprattutto in merito ad un possibile inserimento del giocatore da titolare, nel suo modulo a due punte, tanto gradito all’ex presidente Berlusconi, che lo ritiene idoneo ad allenare il Milan, grazie al suo 4-3-1-2. Secondo quanto riportato da Corriere dello Sport, a breve verrà formalizzata una prima offerta alla Fiorentina per il cartellino del centrocampista francese.

LA RISPOSTA DI COMMISSO- Commisso dal canto suo ha aperto alla cessione ma sicuramente non scenderà sotto i 25 milioni di euro. A riscaldare ancora di più la pista che porta al nome del francese ci aveva pensato nei giorni scorsi proprio il presidente della Viola, il quale, intervistato da La Nazione, aveva così commentato la situazione relativa a Veretout: «Sul mercato non siamo in ritardo, stiamo decidendo su Veretout, forse è meglio venderlo».