Trattativa Juve-Milan, il dietrofront di Higuain: niente prestito

© foto www.imagephotoagency.it

Gonzalo Higuain fa sapere di non gradire l’idea di un trasferimento in prestito e di un ridimensionamento dell’ingaggio, la strategia di Leonardo però resta salda

Arrivano importanti smentite riguardo un accordo raggiunto tra il Milan e Higuain, il centravanti argentino gradirebbe la destinazione rossonero ma vorrebbe un trasferimento a titolo definitivo piuttosto che uno temporaneo (niente prestito) e avrebbe espresso attraverso il proprio fratello-agente la propria intenzione di non decurtarsi lo stipendio. Due accezioni che pongono il Milan sull’attenti: se nel primo caso i rossoneri potrebbero cavarsela con l’inserimento di un obbligo di riscatto, nel secondo lo stipendio dell’argentino appare proibitivo anche alla luce dell’offerta proveniente da Londra che ammonterebbe a circa 8,5 milioni di euro più bonus a stagione. Va detto che la trattativa per Higuain al Milan non prelude ad un raffreddamento allo scambio Bonucci-Caldara sempre più “bollente”.

La notizia del “doppio” rifiuto di Higuain modifica ma non sconquassa i piani di Leonardo che adesso aspetterà il ritorno del Pipita dalle vacanze per parlare personalmente con lui e il suo procuratore. Intanto però il possibile trasferimento del centravanti argentino al Chelsea aprirebbe al Milan la strada per Alvaro Morata. L’attaccante iberico sarebbe il sicuro partente della corte di Sarri nel caso di arrivo di Higuain ma anche il quel caso Leonardo dovrebbe ideare la strategia giusta per abbassare le sue pretese economiche. Intanto però un vecchio pallino rossonero torna a bussare alle porte di Casa Milan: si tratta di Mario Balotelli proposto ai rossoneri dal redivivo Raiola che ora con Mirabelli fuori gioco può trovare in Leonardo e nel Milan un alleato affidabile.

Articolo precedente
LeonardoMilan, effetto Leonardo: senti chi vorrebbe tornare
Prossimo articolo
samassekouMilan, il primo colpo di Leonardo è a centrocampo: Diadie Samassékou