Connettiti con noi

News

Pioli: «Ibra terrà a bada Mandzukic, Kjaer ha un fastidio che lo limita…»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Stefano Pioli, intervistato al termine della partita da Sky Sport, ha parlato della prestazione dei suoi ragazzi

Stefano Pioli, intervistato al termine della partita da Sky Sport, ha parlato della prestazione dei suoi ragazzi:

«Noi pensiamo a dare il massimo di partita in partita. Tutte le gare sono complicate, questa è una stagione complessa e chiedo sempre attenzione ai miei giocatori perché in qualsiasi momento si può essere chiamati in causa».

SUI TIFOSI – «Ai tifosi del Milan dico grazie per il loro sostegno, purtroppo non possiamo averli con noi allo stadio ma sappiamo che si seguono e si sostengono. La squadra sta dando il massimo anche per loro. Sabato c’è l’Atalanta che è una sfida importante, guarderemo la classifica ad aprile».

MANDZUKIC – «Paura di Mandzukic? Ci pensa Ibra a tenerlo a bada. Siamo contenti, siamo ambiziosi. Vogliamo riportare il Milan dove deve stare cioè in Champions League e l’arrivo di Mandzukic va in questo senso.

Ai miei giocatori dico sempre che non è la quantità dei minuti che si giocano ma la qualità. Mario è un grandissimo lavoratore e un vincente e ci da soluzioni diverse che forse non avevamo».

IBRAHIMOVIC – «Ibra e Mandzukic insieme? Non è un’eresia, ciò che conta è seguire determinati principi di gioco. Se si seguono quelli si può giocare con tre attaccanti. Abbiamo trovato però il nostro equilibrio con due attaccanti, uno centrale e uno esterno, non ho ancora parlato con Mario di posizioni e nei prossimi giorni lo faremo.

E’ inevitabile che ci saranno cambiamenti e ci sarà turnover per non correre il rischio di avere tanti infortuni. Abbiamo tirato il collo a tanti giocatori e li abbiamo pagati. Sono contento che la società ha fatto il suo dovere nel rinforzare la squadra e se ci sarà l’occasione lo farà ancora».

KJAER – «Sono molto contento e soddisfatto di come gioca Kalulu, gioca con personalità e forza. Sa ricoprire ogni ruolo. Kjaer non si è fatto male e ha questo fastidio che lo limita un po’. Gioca preoccupato e non gioca libero, perciò ho voluto risparmiarlo. Nella prossima non ci saranno Alessio Romagnoli e Saelemaekers».

CAMPIONI DI INVERNO – «So cosa significa diventare campioni d’inverno ma è un titolo che lascia il tempo che trova. In Italia ci sono 7 squadre che sono fortissime e solo quattro potranno arrivare in Champions League, questo è il nostro obiettivo. Dobbiamo continuare con grande convinzione».