Nazionali Milan, a Rebic manca il goal e Piatek non gioca. Ora Calhanoglu

Ante Rebic
© foto www.imagephotoagency.it

Nazionali Milan, sta per concludersi il giro di gare di qualificazione ad euro 2020, Giampaolo si prepara al lavoro per Verona

Nazionali Milan, Calhanoglu all’ultima gara con la Moldavia prima di rientrare a Milano, intanto nella serata di ieri Rebic ha concluso il turno con un pari in Azerbaijan mentre Piatek ha potuto guardare lo 0-0 con l’Austria soltanto dalla panchina. Poco male, la Polonia rimane comunque prima nel suo gruppo ed ora massima concentrazione per la gara di verona.

AZERBAIJAN-CROAZIA 1-1- La Croazia di Rebic non va oltre l’1-1 in Azerbaijan, ora è prima con 10 punti, davanti alla Slovacchia ferma a 9. Rebic questa volta non lascia il segno, nel turno precedente l’assist dell’attaccante rossonero per il goal di Perisic, a dimenticare il simpatico dispetto da parte dell’ex nerazzurro e a suggellare il 4-0 finale contro la Slovacchia che, come detto, ora si prende il secondo posto a pari punti con l’Ungheria. Titolare ed in campo per 86 minuti, quest’oggi sarà a Milanello per il primo allenamento anti Verona.

POLONIA-AUSTRIA 0-0- Poche emozioni in Polonia tra Polonia ed Austria, Piatek non gioca, guarda solamente la partita dalla panchina, meglio per Giampaolo che lo avrà tutto intero domenica contro il Verona. La Polonia rimane comunque prima nel gruppo G con 13 punti davanti alla Slovenia, salita ad 11. Finito, si torna a Milanello. Ora Piatek potrà concentrarsi solo sulla gara di Verona, tutti vogliono i suoi goal che, come ricordato da Inzaghi, arriveranno.

MOLDAVIA-TURCHIA- Intanto Calhanoglu replicherà con la propria nazionale questa sera contro la Modavia, il che significa che molto probabilmente tornerà a disposizione di Giampaolo a partire da giovedì. Pochissimo riposo tra campo e viaggio ma si sa, la stagione è ormai iniziata e Verona dovrà portare prestazione e punti, a prescindere dalla stanchezza, a memo che Giampaolo non voglia risparmiarlo per il Derby in programma tra due settimane.