Milan, Suso verso la permanenza: Giampaolo può reinventarlo

Suso
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan, nonostante la presenza di una clausola e di una discreta richiesta di mercato, dovrebbe trattenere Suso

Croce e delizia: potremmo riassumere con questa unica espressione la figura controversa di Suso. Il talento spagnolo da quando milita nel Milan infatti, ha sempre regalato emozioni alterne (quasi diametralmente opposte) ai tifosi rossoneri. Da giocate straordinarie, gol pesantissimi e assist deliziosi, scivolando in breve tempo nel limbo di movimenti macchinosi e prevedibili, prestazioni deludenti e fischi assordanti: la costanza non ha sicuramente mai caratterizzato il numero 8 del Diavolo.

Con la rifondazione avviata da Elliott in queste settimana, sembrava che Suso fosse uno dei profili più indicati a lasciare Milanello. Per un duplice motivo: la presenza di una clausola e, soprattutto, la plusvalenza netta che gli uffici di Aldo Rossi andrebbero a registrare in caso di cessione. Negli ultimi giorni però il quadro si sta stravolgendo: come riporta infatti Sky Sport, ci sarebbe stato un incontro con il giocatore nel quale è stata espressa allo spagnolo la volontà di non lasciarlo partire.

L’esterno del Milan dovrebbe così rimanere, nonostante la clausola, al servizio di Giampaolo. Proprio quest’ultimo potrebbe rappresentare la salvezza per Suso, nonostante il modulo (4-3-1-2) del tecnico ex Sampdoria non combaci affatto con le preferenze del giocatore. A tal proposito è intervenuto negli studi di Sky Sport 24 Riccardo Trevisani, che ha così parlato: «Io lo vedo lì a destra ma Giampaolo fa rifiorire i giocatori offensivi, anche se credo sia più un giocatore da 4-3-3».