Connettiti con noi

Editoriali

Milan Primavera: vittoria e convinzione, si vede la luce?

Pubblicato

su

Milan Primavera: i ragazzi di Giunti vincono e convincono contro la Sampdoria. La crescita inizia a portare i risultati. Si vede la luce?

Settimana perfetta per il Milan Primavera, che si conclude con la vittoria sul difficile campo di Bogliasco contro la Sampdoria per 2-0 . Primo clean sheet stagionale in campionato per i ragazzi di Giunti, che si affidano ai due match winners più iconici del momento. Il primo è Marco Nasti: cinque gol in nove partite e aggregazione in prima squadra con il Milan di Pioli in vista del Napoli.

Il secondo invece è Antonio Gala, centrocampista classe 2004 che si è sempre distinto per cattiveria, determinazione e qualità, soprattutto nel periodo nero del diavolo. Proprio lui, inoltre, è molto vicino a firmare il suo primo contratto da professionista con il Milan. Oltre a loro, Giunti si affida a Jungdal tra i pali, e il danese gli restituisce una prova magistrale, da vero professionista. Il portiere rossonero salva il risultato in ben tre occasioni sullo 0-1, con degli interventi di reazione, tecnica e qualità. 

La squadra sembra aver ritrovato compattezza, motivazione e sicurezza nelle proprie qualità. I soliti Kerkez e Obaretin in difesa, che ormai non fanno neanche più notizia. Anche Camara, terzino destro, rispolverato per dare fiato a Coubis, sta fornendo prestazioni esaltanti.

Il trio di centrocampo ha funzionato a dovere. Di Gesù ha giocato una gara all’altezza dei suoi standard, mentre il 2005 Eletu ha fornito una prestazione di personalità, al netto di alcuni errori in fase di impostazione che fanno parte del processo di crescita.La qualità del solito Alesi, unita dalla classe di Gala nella ripresa, hanno fornito ai rossoneri il livello giusto per dominare la gara. Quando la mediana funziona e fornisce prestazioni simili il risultato si vedono: tre vittorie nelle ultime quattro partite.

Il vantaggio rossonero parte dal solito tiro dalla distanza di Capone: Saio non respinge a dovere e allora ecco qui il killer d’area Nasti che non si fa pregare e mette in rete. La Sampdoria reagisce a metà primo tempo creando le tre famose palle gol: Montevago a tu per tu col danese si fa ipnotizzare, sulla respinta arriva Pozzato che è già pronto ad esultare ma è ancora il portierone rossonero ad avere la meglio. Azione che continua, cross dalla sinistra, Di Stefano stacca il pallone schiacciandolo a terra dal limite dell’area piccola, ma Jungdal con un colpo di reni vola alla sua sinistra e respinge.

Nella ripresa, palo dei blucerchiati dopo 40 secondi con Di Stefano. I rossoneri rispondono con le fiammate di El Hilali e Capone ma entrambi non riescono a trovare lo specchio della porta. Specchio che viene centrato invece da Antonio Gala, recuperando palla sulla trequarti e involandosi a tu per tu col portiere: destro vincente e partita in ghiaccio.

Seconda vittoria consecutiva ma non basta. Milan quintultimo a 14 punti, ma sabato arriva il Pescara fanalino di coda. Questi ragazzi non devono sottovalutare nessuno, soprattutto per la stagione svolta fino ad ora, ma i tre punti sono d’obbligo. Un successo darebbe una spinta in classifica davvero significativa.

Milan News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 48 del 07/09/2021 – Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. – PI 11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a A.C.Milan S.p.A. Il marchio Milan è di esclusiva proprietà di A.C. Milan S.p.A.