Milan-Inter, vigilia: il programma rossonero della giornata di oggi

calhanoglu
© foto www.imagephotoagency.it

Giornata di vigilia in casa Milan, il programma è comunque fitto anche se alleggerito dal punto di vista atletico.

Il Milan si è allenato anche nel giorno di riposo per arrivare a questa gara nel migliore dei modi, superate Roma e Lazio si insegue ora il “sogno” Derby per due motivi imprescindibili: Prestigio (Battere l’Inter conta più dei tre punti) e classifica ovviamente, con i rossoneri che in caso di vittoria si porterebbero a meno 4 dai nerazzurri, con la speranza che Napoli e Juventus facciano il loro dovere contro Roma e Lazio. Milan che  si allenerà in un’unica seduta a Milanello oggi alle 15:00. Alla vigilia del derby i rossoneri sosterranno soltanto la rifinitura, mentre Gattuso darà il via alla consueta conferenza stampa alle ore 14:00. C’è un altro motivo per il quale dare l’anima nella gara di domani sera: vendicare il 3-2 dell’andata (in parte già fatto in Coppa Italia) bloccando in tutti i modi Icardi per farlo uscire senza goal.Per quanto riguarda il campo, Gattuso ancora in dubbio sull’attaccante centrale anche se è chiaro che sarà Cutrone a scendere in campo dal primo minuto. Confermati Suso e Calhanoglu sugli esterni, centrocampo classico con Kessié, Biglia e Bonaventura. Bonucci e Romagnoli al centro della difesa con Rodriguez e Calabria sugli esterni.

Spalletti proverà Miranda ed Icardi dal primo minuto, alle spalle dell’argentino pronto  Candreva nel ruolo di trequartista come assoluta novità, con Karamoh a destra e Perisic a sinistra. In alternativa Brozovic dal primo minuto. Rafinha in panchina e pronto a subentrare a gara in corso. Borja Valero non sta bene a causa di un fastidio muscolare, in mediana sarà Gagliardini a fare coppia con Vecino.

MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu. All. Gattuso

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Miranda, D’Ambrosio; Vecino, Gagliardini; Karamoh, Candreva, Perisic; Icardi. All.Spalletti

Articolo precedente
Stampa RassegnaLa rassegna stampa del 3 marzo 2018
Prossimo articolo
SusoSuso, il suo Milan tra presente e passato: ecco cosa pensa di Montella