Milan-Frosinone, quanto pesa quello 0-0 dell’andata

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Milan-Frosinone, tre punti separano i rossoneri dall’Atalanta, all’andata finì 0-0, grande rimpianto da superare in fretta

Milan-Frosinone 5 mesi dopo quello 0-0 del 26 Dicembre, un risultato inutile per entrambe, a questo punto della stagione più per la squadra di Gattuso che rischia di essere tagliata fuori dall’Europa per pochi punti. Il 26 Dicembre scorso, in campo c’era anche Higuain, il tecnico rossonero provava un 4-4-2 che dava la possibilità anche a Cutrone di giocare dal primo minuto. Nessun goal, un solo punto e tanto tempo ancora davanti che oggi si trasforma in rimpianto, alla luce di una posizione di classifica che non consente più di pensare solo a se stessi.

NON SOLO FROSINONE- Il mese di Dicembre fu un vero disastro a partire dal pari interno con il Toro sempre per 0-0, subito dopo, la sconfitta con l’Olympiakos e l’eliminazione dall’Europa League. Niente di più con il Bologna, un altro 0-0 esterno, prima della sconfitta interna con la Fiorentina, firmata da un gran goal di Federico Chiesa. E arriviamo al Frosinone, l’ultimo 0-0 prima della risalita di Gennaio e l’arrivo di Piatek a dare la scossa necessaria in avanti e a liberare Higuain verso il Chelsea.

IL MILAN DI OGGI- Paradossalmente i problemi in attacco non sembrano essere superati rispetto al mese di Dicembre, Piatek è partito alla grande ma nell’ultimo periodo si è un po’ fermato, succede a tutti, ora l’occasione per riprendersi l’urlo dei sessantamila di San Siro, pronti a sognare per qualche ora il quarto posto, prima del verdetto di Torino.