Genoa-Milan: il Comune chiede di giocare alle 21 come previsto

© foto www.imagephotoagency.it

Il Comune di Genova avrebbe scritto alla Lega per chiedere di disputare Genoa-Milan alle 21 e non alle 15 come disposto dal Ministero dell’Interno

Il Milan dopo la sfida nei sedicesimi di Coppa Italia contro la Sampdoria, partita a cui non parteciperà Suso per un riacutizzarsi del problema al pube, e la finale di Supercoppa Italiana a Gedda, in Arabia Saudita, sarebbe dovuto tornare a Genova il 21 gennaio per affrontare in campionato il Genoa alle 21 allo stadio Marassi. L’orario del match è stato però anticipato alle 15 su disposizione dell’Osservatorio per le manifestazioni sportive per motivi di ordine pubblico. La decisione è partita dalle indicazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini. L’obiettivo, dato che le due tifoserie non sono propriamente amiche, era quello di evitare scontri simili a quelli di Inter-Napoli e della festa per i della Lazio.

La scelta di anticipare l’orario dell’incontro ha ovviamente suscitato numerose polemiche, in quanto molti tifosi sarebbero impossibilitati a recarsi allo stadio per impegni lavorativi. Ora, secondo quanto riporta l’Ansa, il Comune di Genova avrebbe fatto richiesta alla Lega di Serie A di disputare Genoa-Milan alle 21 come previsto originariamente.