Connettiti con noi

HANNO DETTO

Conferenza stampa Pioli: «Dovremmo essere puliti tecnicamente. Su Brahim…»

Pubblicato

su

Conferenza stampa Pioli: ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia del match contro la Roma valido per l’undicesima…

Conferenza stampa Pioli: ecco le parole del tecnico rossonero alla vigilia del match contro la Roma valido per l’undicesima giornata di Serie A


SULLA ROMA – «La Roma è una delle poche squadre imbattute in casa, che ha fermato il Napoli. È una squadra forte con talento, qualità e carattere.»

COSA RAPPRESENTA QUESTA PARTITA – «Tutte le partite sono degli esami. Ci prepariamo per superarne uno difficile, noi crediamo di essere pronti ma la gara riserverà delle difficoltà. La Roma nel reparto offensivo non è seconda a nessuno.»

SU BRAHIM – «Sta sicuramente meglio, ha recuperato ma vedremo domani.»

IBRAHIMOVIC E GIROUD – «Stanno meglio, hanno messo minutaggio nelle ultime partite. Uno giocherà dall’inizio e l’altro sarà pronto per entrare»

SULLE PAROLE DI KJAER SULLO SCUDETTO – «Sono contento che i miei giocatori la vedano così, noi dobbiamo mettere in campo il massimo potenziale e cercare di vincerle tutte»

SUL TORINO – «Non credo che abbiamo giocato male, gli avversari cambiano. È stata una gara in cui siamo stati squadra dall’inizio alla fine e dobbiamo continuare ad avere questa mentalità, non dimentichiamo che ci sono degli avversari che conoscono i nostri punti deboli. L’importante è avere un’idea e portarla avanti per 95 minuti senza farsi distrarre dal risultato. Con il Torino abbiamo fatto così.»

ANCORA SULLA ROMA – «Contro il Napoli abbiamo visto la loro aggressività ed il loro carattere, ci dobbiamo aspettare un’ambiente così, conosciamo il clima dell’Olimpico. Dobbiamo essere lucidi nelle scelte e puliti tecnicamente.»

SU REBIC – «Il dolore alla caviglia non è passato e dunque non è a disposizione domani. Vediamo giorno per giorno.»

SULLE PAROLE DI LEONARDO SU KESSIÈ E THEO – «Non ho intenzione di commentare, voglio vedere i miei giocatori attenti e disponibili. Siamo abituati ad isolarci dalle voci.»

DIFFERENZE DIFENSIVE TRA MILAN E NAPOLI – «Credo che stiamo entrambi facendo un percorso incredibile, ogni squadra ha le sue caratteristiche. Se non prendiamo gol, come con il Torino, è più facile vincere le partite.»

SULLE VARIAZIONI A CENTROCAMPO IN QUESTE GARE – «Sono in quattro nel reparto, chiaro che ci sono tre gare importanti ma noi pensiamo a quella di domani sera. Alle turnazioni penserò da dopodomani.»

SULL’ASSENZA DI BRAHIM NELLE ULTIME GARE – «Non ci sono giocatori imprescindibili, la squadra deve avere un’identità, Brahim mette qualità ma possiamo mettere altre caratteristiche quando non c’è lui.»

SULLA GARA DI DOMANI – «Le qualità della Roma sono diverse da quelle del Torino. Non ci siamo tirati indietro nei duelli, domani sarà diversa e dovremo interpretarla dal punto di vista tecnico.»

PERICOLI SU PALLA INATTIVA – «Sono sempre una situazione importante da preparare, loro hanno tiratori precisi. Noi ci siamo preparati per contrastarli. Nelle mie scelte tengo presente tutti gli aspetti, anche i centimetri.»

SULLA SCINTILLA DI QUESTA STAGIONE – «Adesso non ci interessa cosa abbiamo fatto, ci interessa cosa fare da domani in poi. Dobbiamo mantenere alti gli stimoli, ho una squadra affamata di vincere e dobbiamo mantenere alta questa voglia.»

SU LEAO – «Fisicamente sta bene, ha un modo di giocare fatto di accelerazioni e consuma molto. Di testa sta bene e quindi va oltre le difficoltà fisiche. Sta dimostrando di avere grande atteggiamento.»

SUI RITORNI DAL COVID – «Sono situazioni delicate. In questi giorni Theo l’ho visto bene. Ballo-Tourè ci sarà, ma giocherà Theo dall’inizio. Dobbiamo valutare le condizioni di questi giocatori.»

MESSIAS E FLORENZI – «Torneranno in gruppo nei prossimi giorni, vedremo se per mercoledì o per il derby.»

SULLA FORMAZIONE DELLA ROMA – «Sono forti, se Mourinho sceglie gli stessi vuol dire che si fida e che le prestazioni sono importanti. »

SU MOURINHO – «Grande allenatore, ha vinto ovunque sempre dimostrando di essere molto bravo a dare un’identità tattica e mentale.»

SULL’ESPERIENZA AL MILAN – «Sono all’inizio, ci sono ancora tante tappe da superare. Sul dove arriveremo dipenderanno i giudizi. A me piacerebbe essere riconosciuto come l’allenatore giusto per loro»

SULL’AMICIZIA TOMORI ED ABRAHAM – «Fikayo ha delle caratteristiche importanti, giocatore che ha un atteggiamento mentale impressionante. Chiaro che deve essere tutta la squadra che deve lavorare bene in fase difensiva. Lui è sempre motivato.»

SULLA PREPARAZIONE DELLA PARTITA – «Riguardando le gare degli avversari prepariamo le situazioni da vedere in campo e per preparare la squadra nelle due fasi di gioco.»

DIFFERENZE TRA LA ROMA DELL’ANNO SCORSO E QUELLA ATTUALE – «I giocatori sono quasi tutti gli stessi, il modo di giocare è diverso sia in difesa che in attacco.»

SULLO SCONTRO CON MOURINHO – «Sarà Roma-Milan, non Mourinho-Pioli. Abbiamo preparato la strategia giusta per domani.»