Conferenza Pioli: «Ci saranno delle rotazioni. Gara importante ma non fondamentale»

Pioli
© foto Db Milano 17/10/2020 - campionato di calcio serie A / Inter-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Stefano Pioli

Conferenza Pioli: il tecnico rossonero parlerà questo pomeriggio alla stampa il giorno di vigila della sfida di Europa League tra Milan e Lille

Conferenza Pioli: il tecnico rossonero parlerà questo pomeriggio alla stampa il giorno di vigila della sfida di Europa League tra Milan e Lille. Segui anche le parole di Kjaer.


Pioli in conferenza

GIOVANI E MATURI – «Giusto sottolineare di essere giovani ma siamo anche una squadra matura che sa come stare in campo. Siamo riusciti fino ad oggi ad ottenere buoni risultati, adesso siamo concentrati sulla gara di domani perché il nostro obiettivo è ottenere quanto prima la qualificazione». 

MOMENTO POSITIVO – «Questo momento positivo significa che si sta lavorando bene, stiamo mettendo tanto impegno in quello che facciamo. Siamo all’inizio del nostro percorso, dobbiamo continuare a farlo nel modo giusto, perché per continuare a crescere si deve lavorare bene». 

TANTO LAVORO DA FARE – «Quando si comincia una stagione mi piace pensare sempre positivo. Ho sempre creduto nella qualità dei miei giocatori e in quelle della squadra. Cerchiamo di vincere ogni partita ma siamo ancora all’inizio: siamo come quelli che iniziano a scavare un pozzo per trovare l’acqua. Stiamo scavando bene ma finché non si vede la sorgente il lavoro non è ancora finito». 

TURNOVER – «Sì credo che sarà molto importante l’allenamento di stasera per valutare le condizione dei miei giocatori. Credo ci saranno ancora delle rotazioni perché abbiamo bisogno di freschezza sia fisica che mentale. Non è una gara decisiva per il passaggio del turno ma sarà comunque una gara importante, perciò cercherò di mettere in campo la migliore squadra possibile». 

MIGLIORARE «In cosa il Milan può ancora migliorare? Credo che dal punto di vista tecnico e delle scelte, soprattutto nell’ultima trequarti di campo, possiamo essere ancora più precisi e pericolosi. Stiamo facendo molto bene l’attacco alla profondità ma poi dobbiamo fare la scelta giusta quando c’è la possibilità». 

ABBASSAMENTO DELLA TENSIONE – «La nostra forza è sempre stato l’equilibrio qui dentro Milanello. Sappiamo che dobbiamo lavorare sempre bene, sappiamo quali comportanti dover tenere per il bene della squadraa. Sono tante le situazioni che possiamo migliorare per continuare a crescere ma la squadra è consapevole che il nostro sarà un lavoro difficile. Le squadre, sia in Europa che in Italia, stanno lavorando sempre meglio per affrontarci. Non dobbiamo abbassare la nostra determinazione perché siamo una squadra molto giovane che non ha ancora vinto niente». 

BRAHIM DIAZ E DALOT – «Sono stati acquistati per le loro capacità e per le loro qualità, siamo soddisfatti per il fatto di essersi fatti trovare subito pronti. Si sono resi disponibili a capire sin da subito il nostro modo di lavorare. Sono giovani con grande qualità e ambizione. Il futuro? C’è già chi ci dovrà pensare»