Gattuso: mai così abbattuto il tecnico, a Torino si gioca il suo futuro!

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Stasera tutto esaurito per la grande sfida, i granata vogliono la Champions

Spento, abbattuto, sfiduciato, così è apparso ieri Gattuso in conferenza stampa alla vigilia di Torino-Milan. Questa sera la squadra si gioca dei punti fondamentali in ottica Champions contro una diretta concorrente. Il tecnico calabrese ha affermato di essere molto dispiaciuto per la reazione degli ultimi mesi del gruppo, incapace di mostrare sul campo quello che veniva richiesto dall’allenatore. Si gioca per la maglia e la carriera, stasera non ci sono alibi bisogna solo vincere, ma serve un approccio di certo più sicuro e convincente. Dispiace, perché forse le strade a fine stagione poi si divideranno, ma adesso bisogna solo pensare al presente. Non c’è tempo per sperimentare ancora, conta solo vincere e centrare l’obiettivo.

Tra presente e futuro: per Gattuso è l’ultima chiamata

Il futuro di Gattuso lo scopriremo tra qualche settimana, ma a giudicare dalle parole del tecnico potrebbe essere lontano da Milanello, considerato il gioco e le tante difficoltà incontrate dalla squadra. Non è stata una stagione fortunata, considerati i tanti infortuni, Gattuso sta facendo il massimo in campionato. Quello che spaventa non è solo la classifica, ma gioco e anima di questa rosa. La poca qualità mostrata in campo ultimamente, frutto anche di qualche idea errata o sperimento fallito. Bisogna ritrovare presto il coraggio e lo spirito giusto. L’approccio alla partita spesso è stato quello sbagliato e questo se poi si vuole giocare in Europa tra le grandi, va mutato in fretta.