Connettiti con noi

News

Tonali: «Ora ragiono da giocatore e non da tifoso del Milan. Su Pioli…»

Pubblicato

su

Sandro Tonali ha rilasciato un’intervista ai colleghi di Sky in cui ha risposto alle domande di Peppe Di Stefano

Sandro Tonali ha rilasciato delle dichiarazioni ai colleghi di Sky. Ecco tutte le parole del giovane centrocampista rossonero.

Sulle difficoltà iniziali: «All’inizio non è stato semplice per me perché arrivavo da un mese fermo dopo le vacanze e non è facile riprendere a giocare in un nuovo club. Mi è servito un mesetto per ambientarmi, poi una volta che conosci i ritmi, i compagni, il mister e lo staff è più semplice andare avanti in un gruppo del genere».

Su come vive questa esperienza al Milan, più da ragazzino che arriva nella sua squadra del cuore o più da giocatore che deve far crescere il livello dei rossoneri: «Io la vivo più da giocatore perché ormai sono cresciuto. Io sono un giocatore del Milan e ho la testa solo da giocatore ora. Prima da tifoso, ora da giocatore, ma sono due cose differenti. Le tengo in considerazione entrambe, ma sono un giocatore ora».

Su Pioli: «È il nostro capogruppo, lui è la prima persona che ci sta facendo vedere qual è la strada giusta. Noi lo stiamo seguendo tutti insieme. Siamo felici di avere Pioli come mister».

Sugli ottimi risultati che il Milan sta ottenendo: «Quando giochi così più che una rinascita, è una nascita. Era da tanto tempo che non si vedeva un Milan così. Dobbiamo continuare a giocare e a divertirci, non perdiamo da marzo in campionato. Questo è tanta roba in Serie A. Il Milan è speciale, qui non puoi trovarti male. Le persone che ti seguono e che ti stanno vicino sono umili».

Sull’ambizione del Milan: «Non cresce sempre di più perché è già alta. Dopo tanti risultati così è normale credere che si possa arrivare a determinati obiettivi. Non possiamo metterci in testa degli obiettivi perché possono essere stravolti. Non stiamo tornando il Milan di una volta ma stiamo dimostrando di essere un ottimo Milan».

Fra pochi giorni è Santa Lucia, farai una nuova lettera? «La farò sicuramente come ogni anno. Dovrei già farla in questi giorni perché è ora, non so ancora cosa scrivere ma sicuramente Santa Lucia mi ha già dato tanto. Quest’anno non pretendo tanto».