Stadio, Sala: «San Siro un monumento e bisognerebbe ripartire da qui»

san siro
© foto www.imagephotoagency.it

Stadio, continua la battaglia del sindaco Sala, orientato verso la ristrutturazione del Meazza, contro l’idea di abbattimento

Stadio nuovo, ormai ci siamo, secondo quanto riportato da Gazzetta dello Sport, martedì saranno presentati i due progetti finalisti, dai quali verrà fuori quello che darà il via ai lavori per il nuovo impianto. Dunque i dubbi iniziano a sgretolarsi, Milan ed Inter costruiranno un nuovo stadio. Le parole di Giuseppe Sala in merito ad una possibile vendita di San Siro ai due club milanesi non hanno trovato seguito. Come riportato dall’Ansa, Paolo Scaroni ha confermato la costruzione del nuovo impianto condiviso a Milano: «Il Meazza presenta, infatti, una serie di deficit infrastrutturali di diversa natura che comporterebbero significativi problemi in termini di sicurezza e quindi la certezza di dover disputare i match casalinghi fuori da Milano per almeno 4 stagioni».

SULLA RISTRUTTURAZIONE- «Infine, la ristrutturazione del Meazza, porterebbe comunque a uno stadio diverso da quello attuale e con una capienza significativamente ridotta. L’incontro di domani intensifica un percorso di confronto costruttivo avviato nei mesi scorsi con l’Amministrazione seguendo l’iter della Legge sugli Stadi e conferma quanto sia positiva la nostra relazione con l’Amministrazione Comunale. La prossima settimana, il 24 settembre, presenteremo i progetti finalisti del nuovo distretto multifunzionale anche ai cittadini e a tutti i tifosi a cui, in un’ottica di percorso partecipativo, chiederemo di fornirci i loro suggerimenti sui progetti presentati».

SALA SUI SOCIAL- “La mia posizione su San Siro e su un nuovo stadio a Milano è chiara da sempre. Per me San Siro è la storia del calcio, è un monumento di Milano e quindi da qui bisognerebbe ripartire. Grazie alle spiegazioni di Milan e Inter, apparse oggi su alcuni quotidiani, è finalmente evidente a tutti che non è l’amministrazione comunale a volere rinunciare a San Siro; sono le società calcistiche che intendono costruire un nuovo stadio, più funzionale alle loro esigenze”.

SULLA POSIZIONE DI SINDACO- “Come Sindaco ho certamente il dovere di ascoltare le loro proposte e, comunque, di far rispettare le regole. E così farà anche tutta la politica milanese che già da oggi incontrerà Milan e Inter per avviare il percorso di conoscenza e approfondimento del progetto da parte del Consiglio comunale, con l’obiettivo di consentire all’Aula di esprimersi in merito”.