Scaroni e Fassone, disaccordo sul futuro del Milan

Fassone
© foto www.imagephotoagency.it

Dissidi interni al Milan: Fassone e Scaroni in disaccordo su alcuni punti del programma rossonero

Le decisioni della Uefa rischiano di compromettere l’armonia all’interno della società rossonera. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli ripongono massa fiducia nel presidente Yonghong Li, ma lo stesso non si può dire degli altri dirigenti milanisti. Sicuramente David Han Li sta cercando di convincere gli altri membri del cda della solidità finanziaria del presidente cinese. Sullo sfondo c’è sempre Elliott che nel consiglio ha inserito il proprio uomo di fiducia Paolo Scaroni.

SCONTRO – Secondo quanto riportato da La Repubblica Fassone e Scaroni sono arrivati allo scontro nell’ultimo cda. Il secondo vorrebbe che l’amministratore delegato del Milan mettesse più pressione a Li per rispettare i propri doveri finanziari. Elliott vuole, infatti, che il club saldi il proprio debito con il fondo il prima possibile e chiarisca la situazione con la Uefa. Questi contrasti interni al Milan lasciano pensare che il rapporto tra Li ed Elliott non sia più idilliaco come dodici mesi fa.

Articolo precedente
bacca milanCalciomercato, per Bacca c’è una soluzione che accontenta tutti
Prossimo articolo
DonnarummaIl Liverpool rilancia per Donnarumma: sarà lui a sostituire Karius