Robinho: «Al Milan anni bellissimi. Ibra non mi sorprende, è un Campione»

© foto www.imagephotoagency.it

Robinho racconta la propria esperienza al Milan: «Era una squadra fortissima ricca di grandi campioni come Ibra»

Intervistato da Tuttomercatoweb, Robinho, ex talento del Milan oggi tornato nuovamente alla sua casa madre il Santos, ha così raccontato gli anni passati in rossonero: «Sono stati quattro anni bellissimi, ho segnato oltre 30 gol, abbiamo vinto uno Scudetto indimenticabile e anche una Supercoppa italiana. Quello era davvero un grande Milan, un top club mondiale in cui ho avuto la fortuna di giocare con tantissimi campioni: Pato, Gattuso, Seedorf, Pirlo, Ronaldinho, Thiago Silva, Inzaghi, Kakà, Ibrahimovic».

IBRA – «Non mi sorprende affatto. Ibra è sempre stato un professionista esemplare, lui vive davvero per il calcio. Al Milan ho avuto il privilegio di giocare e allenarmi con lui, di vederlo tenere alto tutti i giorni il livello della squadra: è stato un onore per me e sinceramente non mi meraviglia che a quasi 40 anni sia ancora un fenomeno. I giovani talenti del nuovo ciclo rossonero hanno un bisogno assoluto dei consigli e dell’esperienza, oltre che del carattere, di un campione come Zlatan».

UN SALUTO ALL’ITALIA – «Oggi sono un uomo nuovo, ho 36 anni e diciamo che ho messo la testa a posto (ride, ndr). Voglio mandare un forte abbraccio e un grosso in bocca al lupo per questa nuova stagione ai tifosi rossoneri, non li dimenticherò mai. Sempre forza Milan!».