Racconti dal campo, Milan-Bodø/Glimt: quel brivido chiamato Saltnes

© foto La grande occasione sprecata da Saltnes nel recupero

Un brivido lungo la schiena in pieno recupero per la grande occasione per il 3-3 cestinata dal terzino norvegese Saltnes

La notte di San Siro ha portato con sé qualche certezza (tipo un immenso Hakan Calhanoglu, ndr) ma anche diversi dubbi; primo fra tutti, il Milan senza una prima punta fa molta fatica ad imporre il proprio gioco e tenere il pallone lontano dalle zone a rischio.

In secondo luogo, c’è stato un momento in cui sembrava che tutto stesse per svanire; esattamente al minuto 92′ quando il Bodø/Glimt ha avuto l’occasione della vita, quella del 3-3. La fortuna ha voluto che sia capitata sul piede di Ulrik Saltnes, terzino sinistro che non ha tra le sue skills quella di essere un goleador. Eppure, quando si è ritrovato solo davanti a Donnarumma a battere, de facto, un rigore in movimento, nel già vuoto San Siro è calato ancor di più il silenzio. Paura, preoccupazione, ansia; c’era la consapevolezza che, se costretti ai supplementari, i ragazzi di Pioli non ce l’avrebbero fatta. Per fortuna la battuta sbilenca di destro di Saltnes è finita al 1° verde e anche noi, in tribuna stampa, abbiamo potuto riprendere fiato; ma che paura…