Primavera, Milan-Atalanta 0-1: cronaca e tabellino della sconfitta rossonera

Giunti
© foto Federico Giunti, allenatore della Primavera rossonera

Milan-Atalanta 0-1: al Vismara, il gol di Cortinovis a metà ripresa condanna una buona Primavera rossonera

Peccato. L’avversario era di grande livello, campione in carica, ma la Primavera del Milan è stata all’altezza, giocando almeno alla pari per la maggior parte della gara. Al Vismara, nella seconda giornata di campionato, l’Atalanta passa 1-0 grazie al gol al 63′ di Cortinovis. I rossoneri sono stati bravi a ridurre al minimo le difficoltà, merito di un buon approccio e in generale di una prestazione di squadra fluida. I ragazzi di Mister Giunti ci hanno messo convinzione e cattiveria. È mancata la via della rete, accarezzata soprattutto da Tonin con una traversa in avvio; e poi il rammarico per un errore che ha favorito i bergamaschi in occasione del vantaggio decisivo, realizzato in un momento chiave. Una sconfitta immeritata, la prima all’esordio casalingo in Primavera 1, che si poteva evitare ma che comunque restituisce dei segnali positivi. Archiviato questo big match, ora i rossoneri torneranno mercoledì 30 settembre, alle 15.00, quando andranno a far visita al Monza nel secondo turno di Primavera TIM Cup.

LA CRONACA

Partenza aggressiva dei rossoneri, ma i bergamaschi accendono in fretta il proprio potenziale offensivo: al 10′, Sidibe colpisce la traversa dopo una mischia. Questo primo brivido provoca un’ottima reazione, iniziata da Capone con un mancino alto al 12′. Al 15′ anche Tonin colpisce la traversa piena, più clamorosa perché più ravvicinata e perché Capone, raccolta la respinta, viene fermato dal salvataggio di Dajcar. Ancora Milan: al 22′, a campo aperto, Olzer strozza troppo il diagonale mancino. Torna pericolosa l’Atalanta, al 26′ Jungdal salva su Sidibe e al 42′ Gyabuaa è impreciso sottoporta. Duplice fischio.
Diavolo sciolto e lucido anche al via della ripresa. Però, dopo i tentativi velleitari dalla distanza di Capone e Mionić, all’improvviso i nerazzurri la sbloccano: al 63′, capitan Cortinovis riceve palla in profondità, trova spazio in area e poi, debole, l’angolino. Un gol che spacca la gara, da lì in avanti i nostri ragazzi fanno molta fatica a creare nuovi pericoli. Anzi, al 79′ e all’85’ rischiano ancora quando Cortinovis dal limite calcia di poco a lato e Carrà da posizione defilata non inquadra lo specchio. I rossoneri provano un timido forcing finale, ma nemmeno l’ultimo angolo porta fortuna. Triplice fischio.

IL TABELLINO

MILAN-ATALANTA 0-1

MILAN (4-3-2-1): Jungdal; Bosisio, Tahar, Stanga, Oddi; Frigerio, Brambilla, Mionić; Olzer, Capone (26’st Signorile); Tonin. A disp.: Desplanches, Moleri; P. Grassi, Obaretin; Cretti, Di Gesù, Robotti; El Hilali. All.: Giunti.

ATALANTA (4-3-3): Dajcar (41′ Vismara); G. Renault, Scanagatta, Scalvini, Ceresoli; Gyabuaa, Cortinovis (42’st Olivieri), Panada; Ghislandi, Kobacki (33’st Italeng), Sidibe (1’st Carrà). A disp.: Bertini; Berto, F. Grassi, Hecko; Viviani, Zuccon; De Nipoti, Mediero. All.: Brambilla.

Arbitro: Vigile di Cosenza.
Gol: 18’st Cortinovis (A).
Ammoniti: 27′ Scanagatta (A), 11’st Panada (A), 13’st Ceresoli (A).

Fonte: acmilan.com