Connettiti con noi

News

Porto Milan, la moviola dei giornali: dure critiche a Brych!

Pubblicato

su

I giornali, a eccezione di Tuttosport, bocciano l’operato di Felix Brych durante la sfida di Champions League tra Porto e Milan

Giudizi non concordi sull’operato di Felix Brych durante la sfida di Champions League tra Porto e Milan per i giornali: tollerante Tuttosport, negativo per La Gazzetta dello Sport, disastroso per il Corriere dello Sport, che ironizza anche sul quarto ufficiale Fritz, dandogli 4 come all’arbitro, scrivendo: «Altro che amico…».

LA GAZZETTA DELLO SPORT 5 – «Il tedesco è uno che lascia giocare, ma il tasso di falli è talmente alto che molto si perde. Anche sui cartellini gialli è lacunoso, severo a Giroud e ne manca uno a Tonali per fallo tattico. Sul gol del Porto, tralascia una spallata di Taremi su Bennacer che libera lo spazio per l’inserimento di Luis Diaz».

CORRIERE DELLO SPORT 4 – «Dici Brych, pensi al disastro: 1-0 da annullare. Resta da capire cosa ci trovano (e ora cosa ci trova Rosetti, Gran Capo degli arbitri Uefa) in questo avvocato di Monaco di Baviera: ogni volta che fa una cosa, ne sbaglia due. Lo avevamo lasciato – riferendoci alle squadre italiane – alla pessima semifinale contro la Spagna all’Europeo e all’altrettanto pessima partita dell’Atalanta contro lo Young Boys a fine settembre. E dire che il Milan veniva dalla “cura” Cakir. Ieri Brych s’è superato: gol del Porto da annullare per un fallo netto su Bennacer, poi un possibile rigore per i portoghesi. In mezzo, tante scelte da dilettante (come si fa a far rientrare un giocatore, Wendell nel caso, che è fuori dal campo con l’azione che transita da lì?). Netto il fallo sul gol del Porto: Taremi punta Bennacer, lo guarda mentre il pallone è alto, poi si butta su di lui colpendolo dietro la schiena. Non solo è fallo, ma sarebbe da OFR tanto è netto, verificare se nel VOR non stessero giocando a Risiko. Rischia molto Kalulu: la sua entrata nei confronti di Corona è molto al limite, non riesce a trovare il pallone con la gamba destra che finisce per fare ostacolo nei confronti dell’avversario già in area di rigore. Disciplinare mai stato il suo forte (figuratevi il resto), ma dopo due minuti grazia Wendell su Calabria da giallo».

TUTTOSPORT 6 – «Appartiene al gruppo di arbitri che fischia solo quando ti passa sopra un carro armato. Inutile arrabbiarsi, come sul gol Porto: decisione in linea con il resto del match».