Plizzari, delusione difficile da smaltire: ora si apre il futuro

Plizzari
© foto www.imagephotoagency.it

Plizzari cade in semifinale insieme ai suoi compagni di squadra, in lacrime dopo la decisione dell’arbitro di annullare un goal stupendo di Scamacca

Plizzari protagonista ancora una volta ma la nazionale italiana Under 20 allenata da Paolo Nicolato non andrà alla finale del mondiale. Gli Azzurri perdono 1-0 contro l’Ucraina, al termine di una semifinale non bella ma sicuramente beffarda per come si sono svolti i fatti. Primo tempo difficile per entrambe,l’Italia cresce nella ripresa ma non riesce a sbloccare la partita. Decisiva la rete di Sergiy Buletsa al 65′, su indecisione totale della retroguardia azzurra. Nel finale espulso Popov per doppio giallo, mentre Kashchuk colpisce una traversa, prima dei due episodi chiave:  Capone si mangia un goal solo davanti alla porta, pochi minuti dopo, il Var annulla il pareggio a Gianluca Scamacca al minuto 92.

SCANDALO E RIMPIANTI- Cominciamo dai rimpianti e da quel goal sbagliato da Capone davanti alla porta, un errore che lo perseguiterà per molto tempo, la stessa cosa successa agli avversari che dunque dimostrano mancanza di maturità, soprattutto nel nervosismo dimostrato fin dai primi minuti. Il secondo giallo di Popov è un’entrata killer su Pellegrini, una di quelle che se prendono la gamba bisogna solo pregare per l’esito. La nota più dolente è sicuramente lo scandalo del goal annullato a Scamacca, l’attaccante dopo una gara intera a “sportellate” riesce a controllare perfettamente il pallone in area ma nel difenderlo colpisce con una leggerissima manata il difensore alle sue spalle: goal spettacolare in girata annullato dall’arbitro ricorso al Var.

LA REAZIONE DI NICOLATO- Ci si aspetta che Nicolato ed il suo staff al triplice fischio ribaltino chi di dovere ed invece il tecnico azzurro dà ragione all’arbitro, parlando di errore ma non di ingiustizia e senza considerare minimamente un episodio della quale la nazionale azzurra dovrebbe sentirsi defraudata. Questo gli farà sicuramente onore in termini di intelligenza e di self control ma probabilmente il tecnico azzurro avrà modo di rendersi conto di quanto successo e soprattutto che con la diplomazia molto spesso, anzi quasi sempre, non si porta a casa nulla, al netto degli errori dei suoi giocatori. Le lacrime di Pinamonti intervistato a fine match faranno sicuramente il giro del mondo, come l’esultanza inutile di tutta la squadra al goal meraviglioso di Scamacca.

PLIZZARI QUALE FUTURO- In questo periodo il portiere del Milan ha sempre preferito evitare il discorso sul proprio futuro, concentrandosi esclusivamente sul mondiale. Ora che il torneo è quasi finito (c’è il terzo e quarto posto) bisognerà capire come intenderà utilizzarlo il Milan perchè il ragazzo ha già fatto intendere di voler giocare, anche a costo di andare via.