Piatek, un affare? La parola agli esperti

Caressa Bergomi
© foto www.imagephotoagency.it

Piatek al Milan, un affare che scatena talent ed esperti sulla reale consistenza tecnica e mentale del giocatore polacco

Piatek al Milan per 35 milioni di euro più una contropartita. Il giocatore polacco vale tutti questi soldi? Questa la domanda fatta ai talent del Club di Sky Sport, durante il quale gli esperti in studio hanno esposto le rispettive teorie alla luce non solo dei goal segnati fino ad ora dal ragazzo classe 1995(19 in 20 partite) ma soprattutto per quello che potrebbe trovare al Milan, squadra dalla pressione enorme dal punto di vista dei risultati.

BERGOMI- «Se vale 35 milioni? Io il mercato lo vedo sempre drogato ultimamente. Ci sono delle cifre che sono assurde. Però, viste proprio queste cifre, penso che valga quei soldi. Credo che farà gol anche con la maglia del Milan».

MARCHEGIANI- «Secondo me Piatek al Milan segnerà di più di quanto ha fatto finora. Per quanto ho visto fino a oggi, prima non lo conoscevo, è in costante crescita. Vede la porta da ogni posizione, sia di piede che di testa. Più occasioni ha e più fa gol: non mi sembra un giocatore che possa soffrire il peso di una squadra come quella rossonera».

COSTACURTA- «35 milioni mi sembrano tanti soldi, c’è da dire che comunque ha fatto dei gol incredibili. Anche l’ultimo, da fermo, sottolinea quanto sia forte. Però, è chiaro, sono davvero tanti».

CAMBIASSO- «Oggi onestamente non so se Piatek sia davvero la riserva della riserva di Lewandowski nella Polonia. Se segnerà di più al Milan? Quando giochi in squadre come il Genoa le possibilità che ti capitano sono più chiare, sei meno marcato. Giocando nel Milan è un altro gioco, gli spazi sono molto più ridotti. Ma i gol credo che li farà».

DE GRANDIS- «La dirigenza aveva già accennato a quanto fosse giovane Cutrone, quindi se prendono un attaccante da 35 milioni può anche aspettare. Non ho dubbi che Piatek sia il primo della gerarchia di Gattuso, ma non è escluso però che possano anche giocare insieme».

Articolo precedente
Piatek, botta e risposta tra Leonardo e Caressa
Prossimo articolo
SusoGenoa-Milan streaming e probabili formazioni: ecco come vederla