Piatek, questa sera a caccia del 13: centrarlo a tutti i costi

Piatek
© foto www.imagephotoagency.it

Piatek a caccia del 13, dovrà essere un numero speciale, necessario alla causa rossonera date le vittorie delle dirette concorrenti

Piatek più di Higuain, i goal per numero di minuti giocati dicono questo.  Leonardo non ha avuto dubbi e ha puntato sull’attaccante polacco per rimpiazzare l’argentino, una mossa che a molti è sembrato un azzardo mentre ad altri è piaciuta perchè gli investimenti vanno fatti con coraggio, anche a costo di sbagliare come è stato per l’attuale centravanti del Chelsea, per il quale era prevista una spesa da 60 milioni di euro circa, nonostante l’età avanzata. Una grande stagione a Genova per Piatek, arrivato in estate per soli 4 milioni di euro, quello si che è stato un azzardo per Preziosi, il quale acconsentiva all’acquisto dopo averne visionato dei video. In rossonero c’è arrivato per 35 milioni di euro, il presidente rossoblù respinge apertamente ogni ipotesi di rimpianto, operazione giusta secondo lui, arrivata al momento opportuno. Parliamo di numeri, i ritmi del centravanti polacco sono decisamente pazzeschi: tra i quattro giocatori dei cinque principali campionati europei che hanno segnato almeno 22 gol in stagione (tutto compreso nei club, nazionali escluse), Piatek è quello che ha giocato meno partite (24).

LA TREDICESIMA NOTTE- Quella di Shakespeare era la dodicesima notte, Piatek la dodicesima l’ha già vissuta ed ora si appresta a fare tredici, questa sera il Cagliari di Maran potrebbe rappresentare per il polacco quel numero che ha fatto per tanti anni le fortune dei giocatori al totocalcio. Qui non si tratta di Totocalcio ma di centrare la rete contro la tredicesima squadra.  La Gazzetta dello sport di oggi ricorda l’impatto devastante avuto da Piatek in rossonero: una doppietta contro il Napoli che ha portato il Milan in semifinale di coppa Italia, il gol dell’Olimpico alla Roma. Nel girone d’andata il polacco ha segnato a dodici squadre: Empoli, Sassuolo, Bologna, Lazio, Chievo, Frosinone, Parma, Samp, Spal, Roma e Atalanta, poi è arrivata la doppietta al Napoli in Coppa Italia.