Piatek, i complimenti anche da Antonio Conte

Conte
© foto www.imagephotoagency.it

Antonio Conte si complimenta con Piatek e con il Milan per l’ottimo acquisto, sbalorditivo per alcuni, buono per i più saggi

Antonio Conte a Bergamo per assistere alla gara di Coppa Italia tra Atalanta e Juventus, vinta a sorpresa dai nerazzurri addirittura per 3-0. Dopo il match, a Milano, Conte ha parlato del suo presente ma anche del suo futuro, per il momento senza alcune offerte (a suo dire) dall’Italia: «Per quanto riguarda il mio presente mi aggiorno, vedo partite e studio come ogni allenatore. Per ora non ci sono state offerte dall’Italia. La Juve? Vederla perdere con l’Atalanta è stata una sorpresa».

SU PIATEK- Un commento anche su Piatek, assoluto protagonista della vittoria rossonera contro il Napoli, con il conseguente passaggio del turno in attesa di sapere se in semifinale sarà Inter o Lazio: «Grande inizio col Milan. E chi ben inizia è metà dell’opera. Ha fatto bene col Genoa, il Milan gli metterà più pressione sulle spalle però sta dimostrando di essere un acquisto molto importante».

FUTURO ALL’INTER?- Nonostante la smentita del diretto interessato sopra riportato (“Non mi è arrivata alcuna offerta dall’Italia”), secondo Repubblica sarebbero in corso i contatti sottotraccia tra l’entourage del tecnico e Beppe Marotta, i due si conoscono molto bene, motivo in più per credere ad una concreta possibilità.  L’ex ct azzurro sarebbe in cima alla lista dei possibili successori di Spalletti per la prossima stagione e a sua volta l’allenatore ex Juventus e Chelsea avrebbe inserito l’Inter come destinazione preferita in Italia per l’opportunità di sviluppare un progetto forte dopo troppe stagioni deludenti, in ultimo quella con il Chelsea del quale Conte preferisce non parlare per via della causa in corso. Come detto, il feeling tra Conte e Marotta è un altro elemento che può preoccupare Spalletti, mai così in crisi come in questo periodo, dove i goal non arrivano ma al contrario aumentano le richieste di aumento di stipendio. Stasera un altro sparti acque per il tecnico toscano, chiamato a battere la Lazio per prendersi semifinale e Derby.