Ordine, ecco perchè Higuain resterà al Milan. Prestito? No, grazie!

Higuain
© foto www.imagephotoagency.it

Higuain in bilico tra Milan, Chelsea e Juventus, intanto c’è la Coppa Italia, Franco Ordine è convinto che l’argentino rimarrà a Milano

Higuain al Milan, Franco Ordine si è così espresso sul futuro dell’argentino a “Tutti convocati” su Radio 24. Le sue dichiarazioni fanno decisamente riflettere sulle possibilità che il giocatore lasci Milano nell’immediato, senza concedere ai rossoneri il tempo di trovare un sostituto adeguato: «Secondo me Higuain resta al Milan e non credo controvoglia. Se fosse così non sarebbe andato in vacanza in Argentina con il preparatore del Milan concordato con Gattuso e Leonardo. Higuain è in totale accordo con squadra e Gattuso. Questa estate avrebbe scelto Sarri e il Chelsea, ma oggi è ‘costretto’ a stare a Milanello. I rapporti con Leonardo sono il vero problema, l’argentino si è seccato per parole del brasiliano dopo la Spal. Alternativa a Higuain? Non c’è alternativa sul mercato a Higuain del livello di Higuain, questa è la verità».

LA GRANDE INCERTEZZA- Intanto Rimane in bilico la posizione del giocatore sia nei confronti del Milan che del Chelsea, club che lo attende a braccia aperte. Le parole di Leonardo di martedì scorso hanno segnato sicuramente il morale dell’attaccante, parole che ad ogni modo hanno lasciato ampio margine all’interpretazione. Certo è che se Leonardo voleva uno scossone c’è sicuramente riuscito, ora la parola passerà al campo perchè Higuain è un giocatore del Milan a tutti gli effetti (nel senso che gioca ancora nel Milan anche se in condivisione con la Juventus proprietaria del cartellino) e domani sera scenderà in campo a Marassi contro la Sampdoria nel tentativo di ricostruire a poco a poco quella fiducia venuta meno nei suoi confronti a partire dalla gara di campionato, proprio contro la Juventus.

SOLO IN PRESTITO – Al momento il fratello Nicolas (nonchè agente) si troverebbe ancora a Londra, in attesa di segnali da parte del Chelsea. Segnali che, secondo Tuttosport, difficilmente arriveranno, causa veto da parte di Marina Granovskaja, braccio destro di Roman Abramovich, la quale avrebbe detto di no ad un investimento che, tra acquisto e ingaggio, supererebbe i 50 milioni di euro per un classe 1987 in chiara ed evidente difficoltà. In tutto questo spunta l’ipotesi prestito, nei giorni scorsi a Milano era presente Fali Ramadani, intermediario di mercato del Chelsea, che nei contatti avuti con Milan e Juventus avrebbe proposto un prestito appunto fino a fine stagione, senza alcun obbligo di riscatto. Un’ipotesi rispedita al mittente sia da Leonardo che da Fabio Paratici, in comune accordo sul respingere la proposta come priva di ogni logica in termini finanziari.