Nuovo stadio Milano, ecco come cambierà il Meazza

Nuovo stadio Milan Populous
© foto www.imagephotoagency.it

Con un comunicato apparso sul sito del nuovo stadio Milano, Populous e Manica hanno mostrato come avverrà la riunfuzionalizzazione del Meazza

Il nuovo distretto di San Siro ha l’obiettivo di rivalorizzare l’impianto esistente e ricucire il tessuto urbano del quartiere restituendo un area d’eccellenza destinata a diventare un modello di uno stile di vita sano a Milano.

Rifunzionalizzazione del Meazza

Come richiesto dai Club, i nuovi progetti – che saranno sviluppati nel dettaglio in fase di progettazione definitiva – prevedono di mantenere le rampe della Tribuna Est, parte delle Curve Nord e/o Sud e una delle torri. Parti delle travi rosse della copertura potranno essere utilizzati per creare sculture ed opere d’arte da collocare nel sito. Le attività sportive, ricreative e culturali si troveranno sia all’esterno sia all’interno degli spazi riqualificati. Le altre funzioni private saranno invece collocate all’interno degli spazi qualificati.
Su un totale di 261.000 mq di area di intervento, l’area totale pedonale aperta alla comunità è pari a 220.000 mq, di cui 106.000 mq a verde.

Sport & Entertainment District

Un punto di riferimento a livello mondiale, San Siro diventerà un distretto d’eccellenza per lo sport e l’intrattenimento.
Il progetto ha l’obiettivo di ricucire una frattura nel tessuto urbano cittadino, riqualificando l’area tramite la realizzazione di:

  • spazi pedonali a verde, accessibili a tutti e volti a creare un luogo di aggregazione, condivisione e inclusione;
  • facilities indoor e outdoor, con servizi dedicati allo sport, al tempo libero e alla cultura che restituiscano al territorio un’area di eccellenza destinata a diventare modello di uno stile di vita sano anche in città.

Un distretto per la comunità

Tanti i servizi pensati per i cittadini in uno spazio aperto 365 giorni all’anno, sicuro e sostenibile.
Molte delle attività previste dal progetto – come aree gioco, campi sportivi e centri ricreativi di intrattenimento – saranno gratuite o convenzionate con il Comune di Milano e il Municipio 7 a favore:

di residenti, commercianti, associazioni e organizzazioni culturali locali;
delle scuole e delle strutture sanitarie della zona che potranno promuovere programmi specifici per fasce di età e per disabili.