Milan-Verona, i dubbi di Gattuso

Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Il match di sabato alle 18:00 a San Siro sarà cruciale per il destino europeo del Milan. Gattuso sta studiando le possibili mosse di formazione, possibile qualche novità rispetto alle scorse settimane

Il Milan deve rincorrere e centrare l’obiettivo Europa League, la dirigenza ha parlato chiaro, nessuna scusante. Il match contro l’Hellas Verona di Sabato sarà in questo senso fondamentale; sono ammessi infatti soltanto i 3 punti al Meazza, per poi andarsela a giocare negli scontri diretti contro le concorrenti per il posto che garantirebbe l’accesso al torneo. Il mister Gattuso ha ancora qualche dubbio legato alla formazione, e in queste ore a Milanello sta sperimentando diverse soluzioni.

Il primo nodo è quello legato alla questione Romagnoli; il difensore in settimana, dopo essersi pienamente ripreso dall’infortunio è tornato a svolgere tutto l’allenamento con il gruppo. Rimane da capire se il tecnico calabrese vorrà impiegarlo già dal match di sabato, oppure opterà per una scelta più prudente, in vista dell’importantissimo appuntamento del 9 maggio a Roma contro la Juventus, schierando al suo posto Zapata, autore di ottime prestazioni nell’ultimo periodo. Secondo quanto riporta Sky inoltre, durante la sessione odierna di allenamento, Gattuso ha provato Borini sulla fascia destra, dando animo quindi ad un ballottaggio con Abate e Calabria, con l’ultimo che potrebbe anch’essi riposare in vista dell’impegno di mercoledì prossimo. In attacco invece Cutrone sembra che la spunterà su Kalinic e Andrè Silva.

Articolo precedente
BonaventuraChi è Pasqua, l’arbitro che dirigerà Milan-Hellas Verona
Prossimo articolo
CutroneMilan-Verona, ecco i precedenti con Pasqua