Milan, silenzio fino al termine della stagione. Poi via alla rivoluzione?

© foto www.imagephotoagency.it

Il futuro del Milan, dall’allenatore fino ai dirigenti, è ancora da scrivere: Elliott aspetta che la stagione finisca

Un’altra stagione si avvia alla conclusione e, ancora una volta, rischia di essere un fallimento: la Champions League, che quest’anno sembrava veramente obiettivo fattibile, sta sfuggendo inesorabilmente e la delusione, se così dovesse andare, è e sarà tanta. In casa Milan si respira già aria di rivoluzione. Elliott sta già meditando un possibile stravolgimento societario in caso di fallimento degli obiettivi sportivi. Ad avvalorare questa tesi è intervenuto oggi Manuele Baiocchini, che a Sky Sport 24 ha parlato così del futuro del Milan:

«Non è scontato che Gattuso possa andare via dal Milan. Se i rossoneri dovessero fare sei punti fino a fine campionato, e anche se l’Atalanta dovesse andare in Champions chi potrebbe considerare un fallimento questa stagione del Milan. C’è grande incertezza sul futuro del Milan, sia sui giocatori che potrebbero rimanere, sia sull’allenatore che dovrà dire la sua, non sarà solo la dirigenza a decidere e anche per quanto riguarda la dirigenza potranno esserci cambiamenti. Si aspetterà la fine della stagione, come ha detto anche Elliott, e poi si vedrà, in base alla qualificazione o meno in Champions League».