Milan, siamo alla svolta: trovato socio e 32 milioni di euro

© foto Db Milano 05/05/2018 - campionato di calcio serie A / Milan-Hellas Verona / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: David Han Li-Yonghong Li

Si attenua la posizione del Milan in vista della sentenza Uefa del 19 di Giugno, in arrivo 32 milioni di euro ed un nuovo socio di minoranza

Secondo quanto riportato da Gazzetta dello Sport, si aprono scenari decisamente positivi per il club rossonero. Yonghong Li avrebbe trovato i 32 milioni di euro necessari per completare l’aumento di capitale richiesto dal consiglio di amministrazione e per il quale il presidente avrebbe tempo fino al 28 giugno prossimo. Mr Li avrebbe inoltre individuato il socio di minoranza che lo accompagnerà  nei mesi a venire e il cui nome sarà molto probabilmente svelato già nel consiglio di amministrazione, in programma a Casa Milan  venerdì prossimo (ecco i dettagli riportati da Sky Sport). Le conseguenze nel breve periodo si farebbero sentire a livello di rapporti con la Uefa e potrebbero condurre ad un alleggerimento delle sanzioni in tema di Fair Play Finanziario; se per l’udienza del 19 giugno rimangono poche speranze di esito positivo, con conseguente esclusione dalla prossima Europa League, molto diverso è il discorso in caso di ricorso al Tas di Losanna che, con una società economicamente rafforzata, potrebbe ribaltare il verdetto e restituire l’Europa.

Ciò che invece  cambierebbe in maniera più significativa con l’ingresso di un nuovo partner sarebbe il rapporto con il  fondo Elliott, che ha prestato 303 milioni di euro, somma salita a circa 380 con gli interessi, per completare l’acquisto del Milan. Con nuova liquidità e un socio economicamente forte, crescerebbero sensibilmente le possibilità di rifinanziare totalmente il debito a carico del club ma soprattutto della sua controllante, in modo da far uscire definitivamente di scena il fondo statunitense.

Articolo precedente
FassoneFassone vuole uno stadio per il Milan: «Tra il 2022 e il 2023 si può avere»
Prossimo articolo
boriniBorini, il Milan lo ha appena riscattato ma il Toro lo segue: possibile partenza