Milan, lavoro di scarico: al centro sportivo presenti Leonardo e Maldini

borini milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan questa mattina si è dedicato allo scarico, al centro sportivo Milanello erano presenti anche Leonardo e Maldini

Seduta di scarico questa mattina per la squadra di Gattuso a Milanello, al momento rimangono vivi i dubbi del tecnico in merito alla formazione di partenza e ai ballottaggi del quale abbiamo recentemente reso nota. Leonardo e Paolo Maldini presenti nel centro sportivo rossonero. E proprio a proposito di Ballottaggi incuriosisce in primis la corsa a due tra Donnarumma e Reina, per il posto da titolare in porta, come era facile ipotizzare fin dall’arrivo del portiere spagnolo. Al momento Donnarumma sembrerebbe favorito, con Gattuso subito di fronte alla decisione più difficile, ovvero lasciare in panchina l’ex portiere azzurro che sicuramente vorrà giocare ad ogni costo, nonostante sia tornato ad allenarsi in gruppo da poco, a causa di qualche problema fisico.

Prima della chiusura del mercato, proprio per evitare malumori lunghi tutta una stagione, si era pensato che Donnarumma potesse essere venduto, in modo da realizzare una plusvalenza importante ed evitare così lo scontro “psicologico” con Reina, arrivato al Milan per fare il titolare. Gattuso ovviamente nei giorni scorsi ha tenuto a precisare e a ricordare che durante l’arco di una intera stagione, le partite da giocare sono tante, dunque la possibilità per entrambi di essere titolari nei momenti importanti. Lo stesso Reina aveva parlato di un rapporto sereno con i due fratelli Donnarumma (c’è anche Antonio che vorrebbe giocare) ma a bocce ferme si sa, tutto è rimandato alla prima di campionato ed in questo caso, la prima di campionato è proprio contro il Napoli, con Reina ovviamente smanioso di scendere in campo, sperando che dagli spalti dei suoi ex tifosi arrivino solo applausi, per quanto di buono fatto insieme.

Articolo precedente
BonaventuraMilan, buon compleanno a Bonaventura: intanto si prepara alla trasferta di Napoli
Prossimo articolo
ContiFantacalcio, Andrea Conti stuzzica gli allenatori: «Puntate su di me, a gennaio mi prenderete a 50»