Milan, la sosta e Paquetà per rimettere le cose in ordine

Paqueta
© foto Twitter

Milan, quale migliore occasione se non quella di una sosta e di un inserimento importante come Paquetà per velocizzare il gioco

Il Milan è stanco, affaticato e senza idee. La gara di Frosinone ma non solo ha evidenziato molti problemi che nel corso della stagione a fasi alterne erano già emersi, creando una sorta di alternanza tra periodi positivi e periodi indefinibili. Ora è rimasto solo il disastro di una mezza stagione fatta di infortuni e squalifiche ma anche di un mercato sfruttato poco da parte di Gattuso, con Laxalt e Castillejo relegati quasi sempre in panchina, Bakayoko inizialmente bocciato e poi osannato come interno di centrocampo, Caldara indefinibile ed Higuain durato soltanto qualche partita. In casa Milan c’è bisogno di fermare il pallone, di guardarsi in faccia e di decidere quale strada si voglia intraprendere. A Gennaio ci sarà una sosta fondamentale per ricaricarsi mentalmente ma ci sarà anche la Supercoppa contro la Juventus e la coppa Italia contro la Sampdoria.

In tutto questo Paquetà potrà dare una grande mano a Gattuso, sempre che il tecnico decida di buttarlo nella mischia fin da subito, andando contro ai propri principi, ovvero gli stessi 11 sempre, con qualche cambio solo in caso di necessità. Una situazione che si era già palesata l’anno scorso a partire dal mese di Marzo, quando la squadra fu eliminata dall’Europa League dall’Arsenal. Tutto ciò che era stato fatto fino a quel momento finì poi in un misero sesto posto in campionato, con prestazioni atleticamente disastrose. C’è grande attesa nei confronti dell’asso brasiliano, sicuramente non risolverà i problemi di una squadra in crisi di identità ma magari darà una scossa ad un gioco che da settimane ormai non porta più a niente.