Milan in paradiso e Inter all’inferno: Pioli e Ibra tengono i piedi per terra

© foto Db Milano 17/10/2020 - campionato di calcio serie A / Inter-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Romelu Lukaku

Il successo ottenuto ieri sera dal Milan nel derby contro l’Inter ha totalmente invertito lo stato d’animo delle due squadre

Un Inter, dichiaratamente da Scudetto, che soccombe e un Milan, ancora giovane e acerbo, in vetta alla classifica. Questo il verdetto fuoriuscito dal derby disputato ieri sera a San Siro, tutto giusto ma la strada è ancora lunga come i due leader rossoneri Pioli e Ibrahimovic hanno più volte ribadito nel corso del post-gara.

«Non voglio smorzare gli animi ma siamo solo all’inizio e non abbiamo fatto niente. Le squadre in Italia sono migliorate tanto, ci sono squadre devastanti come Napoli e Atalanta ma anche Roma e Lazio. Dovremo essere bravi già dalla trasferta con il Celtic e giocare ogni partita con questo spirito» le parole del tecnico rossonero

Dello stesso avviso anche Ibrahimovic che tiene alta la tensione in vista degli scontri futuri: «Io sento forte la responsabilità, sono il più vecchio in squadra. Una situazione che mi piace tanto, tutti mi seguono e tutti hanno fame di vincere. Non accetto che si rilassino, in allenamento e in partita. Bisogna lavorare al 200%. Contro l’Inter in ballo c’era tanto».