Connettiti con noi

News

L’Europeo degli azzurri è alle porte, la vetrina mercato è pronta 

Pubblicato

su

Mancano ormai pochi giorni al debutto che l’Italia si appresta a fare all’edizione 2020 degli Europei. Analizziamo la competizione

Oltre le quotatissime Francia, Belgio e Inghilterra, dotate di un arsenale giovane di tutto rispetto, anche gli azzurri possono tranquillamente dire la loro, considerando il percorso netto in fase di qualificazione (10 vittorie su 10) condito da ben 37 gol fatti e soli 4 subiti.  Sarà un torneo di indubbio interesse, motivo per cui è consigliato dare un occhio ai pronostici Europei  degli esperti di Sportytrader per andare alla ricerca della squadra favorita, anche se al momento sono diverse le nazionali che ambiscono alla vittoria finale. Al momento, come si diceva, la Francia di Deschamps sembra aver fatto un balzo in avanti secondo il parere degli specialisti, effettuando un piccolo sorpasso ai danni delle già citate Inghilterra e Belgio. Ma torniamo alla situazione degli azzurri. Iniziamo a leggere la lista dei convocati dal Commissario Tecnico Roberto Mancini:

Portieri: Donnarumma, Meret, Sirigu.

Difensori: Acerbi, Bastoni, Bonucci, Di Lorenzo, Florenzi, Spinazzola, Toloi, Emerson Palmieri, Chiellini.

Centrocampisti: Barella, Cristante, Locatelli, Pellegrini, Sensi, Verratti, Jorginho.

Attaccanti: Belotti, Berardi, Bernardeschi, Chiesa, Immobile, Insigne, Raspadori.

Una rosa di indubbia qualità composta da diversi elementi attenzionati da molti club, su tutti il numero uno ormai ex Milan Gigio Donnarumma. Il portierone di Castellammare di Stabia non ha rinnovato il proprio contratto con il Milan, motivo per cui è accostato alla Juventus, per raccogliere l’eredità di Buffon, oltre ai club esteri quali il Real Madrid e soprattutto il Psg, intenzionato a trovare un portiere di affidabilità e progettualità, puntando su Marco Verratti come gancio perfetto per convincerlo. Sempre tra i pali, possibile cambio di maglia anche per Sirigu e Meret, con il secondo che però pare essere l’uomo di punta di Spalletti per difendere la porta del Napoli.  In difesa potrebbe cambiare maglia Florenzi, di ritorno a Roma dopo l’esperienza al Psg mentre Emerson Palmieri potrebbe approdare in Serie A dopo l’esperienza al Chelsea, culminata quest’anno con la vittoria della Champions League. Centrocampo che vede protagonista Barella, dopo una stagione da leader, avendo conquistato i cuori dei tifosi interisti a suon di prestazioni cuore e grinta, vicino al rinnovo contrattuale e candidato a capitano nel futuro prossimo. Potrebbe invece cambiare maglia Locatelli, messosi in mostra col Sassuolo e ormai punto di riferimento dei neroverdi, pronto al salto di qualità per tornare a giocare in una squadra ambiziosa che possa fargli esprimere al massimo il talento indubbio di cui dispone. In attacco diversi i nomi che stanno girando come possibili movimenti estivi: Belotti potrebbe accasarsi altrove, dopo anni e anni di accostamenti di ogni genere, mentre tiene sicuramente banco la situazione di Lorenzo Insigne a Napoli. Il contratto del capitano azzurro è in scadenza 2022 e il presidente De Laurentiis pare avergli offerto un rinnovo a cifre inferiori di quelle attuali, nonostante la stagione sotto il punto di vista dei numeri di assoluto livello, come dimostrano i 19 gol messi a segno in campionato, suo record personale; su di lui gli occhi del Milan, che potrebbe alzare con il numero 24 il livello degli esterni, con un uomo di assoluto affidamento in fase di costruzione di gioco. Anche la Lazio punta Insigne, considerato il possibile approdo sulla panchina biancoceleste di Maurizio Sarri, vero e proprio mentore di Lorenzo e uomo chiave nella sua crescita professionale.
In sostanza, un’Italia che se la giocherà con tutte ma che vede, nella sua rosa, diversi elementi pronti a nuove sfide, quindi intenzionati a dare più del massimo per convincere le pretendenti a metterli sotto contratto.

Advertisement