Connettiti con noi

News

Kjaer, un 2021 stellare: da scarto dell’Atalanta alla top 20 del Pallone d’Oro

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Simon Kjaer chiude con un 18° posto nella classifica del Pallone d’Oro un 2021 da incorniciare. Non chiamatelo regalo

Simon Kjaer si piazza al 18° posto nella classifica del Pallone d’Oro 2021. Il giusto riconoscimento ad un calciatore negli anni migliori della sua carriera e che, a 32 anni, sta vivendo una seconda giovinezza in campo. Leader del Milan di Stefano Pioli tornato in Champions League e capitano della Danimarca rivelazione dell’Europeo. Lo avreste mai detto?

Una domanda che in molti si staranno chiedendo. Il suo arrivo dall’Atalanta passò in sordina. A Bergamo il feeling con Gasperini non era mai scattato e le presenze si contavano sulle dita di una mano. La dirigenza rossonera fiutò l’occasione e se lo aggiudicò in prestito con diritto di riscatto a 3,5 milioni di euro. Una cifra irrisoria visto il rendimento nelle sue annate in rossonero. A Milano è diventato guida dello spogliatoio con Ibrahimovic, ed assieme a Tomori forma una delle coppie difensive più forti in circolazione.

Il suo 2021 è stato da incorniciare. Da assoluto protagonista ha portato il Milan al ritorno in Champions League dopo 7 anni ed ha trascinato la Danimarca fino alla semifinale di Euro 2020, competizione in cui è passato alla storia anche per le sue gesta in quei minuti terribili del match con la Finlandia. Ma che il suo traguardo al Pallone d’Oro non passi per un regalo dopo quell’episodio. Il nativo di Horsens è infatti diventato ormai come un vero professore della difesa.