Connettiti con noi

HANNO DETTO

Giacinti: «Vi svelo le mie sensazioni sulla qualificazione Champions»

Pubblicato

su

Giacinti ha spiegato come dopo tre anni di tentativi finalmente il Milan femminile sia riuscito ad approdare in Champions grazie al mercato

Valentina Giacinti, intervenuta sul canale Twitch ufficiale del Milan, ha raccontato le sue sensazioni sull’avvenuta qualificazione Champions:

SULLA CHAMPIONS: «Sono tre anni che lottiamo per questo obiettivo, grazie all’aiuto dei nuovi innesti ci siamo riusciti. Quest’anno il campionato era più difficile rispetto agli scorsi, siamo contenti di avercela fatta. Ora nell’ultima giornata possiamo respirare e poi concentrarci sulla finale di Coppa Italia. Il gol che ho nel cuore? Il primo perché è stato tanto significativo, quella notte era scomparso mio nonno. Il mio primo gol con la maglia del Milan l’ho dedicato a lui».

SULLA PRIMA PARTITA: «Non me la ricordo. So solo che mi trovavo benissimo con i ragazzi. Mi proteggevano anche in campo, mi sentivo tanto amata in campo e mi seguono anche ora. Sono contenta».

SU BOQUETE: «La sto facendo diventare bergamasca. Sta imparando tantissimo, sto cercando di insegnare anche a Yui (Hasegawa, ndr). Oltre a me c’è anche Giorgia (Spinelli, ndr). che parla bergamasco, mi è anche tornato l’accento. Bergamo sarà decisiva? Spero che il Milan possa accedere alla Champions, a Bergamo è difficile. Speriamo che stasera l’Atalanta vinca così festeggia un po’ e noi ce la facciamo».

SULLA FASCIA DI CAPITANO: «Come mi sono sentita quando l’ho indossata la prima volta? Tanta responsabilità, tanta pressione, ora sto molto meglio. Anche in campo sto dando molto di più, magari all’inizio era un po’ titubante ma ora è una cosa normale e sono tranquillissima. Sono felice di essere il capitano».