Europa League, tutte le retrocesse dalla Champions

europa league
© foto www.imagephotoagency.it

Ancora un turno di Europa League prima dei sorteggi, nell’urna oltre ad Atalanta, Lazio e Milan ci sarà anche il Napoli

Ancora un turno e poi si chiuderà il quadro che sancirà la fine della fase a gironi per rimandare il tutto a Febbraio, mese in cui partiranno i sedicesimi di finale, in mezzo i sorteggi in programma Lunedì 11 Dicembre a Nyon. Intanto dalla Champions League retrocedono le 8 squadre che andranno a completare il tabellone delle 16 gare eliminatorie. Dopo Cska Mosca, Celtic, Atletico Madrid e Sporting Lisbona, ieri sera si sono aggiunte Spartak Mosca, Napoli, Lipsia e Borussia Dortmund.

MILAN, PERICOLO CONTENUTO- Almeno per quanto riguarda i sedicesimi il Milan dovrebbe essere “relativamente tranquillo”, la prima posizione conquistata nel gruppo D potrebbe portare l’accoppiamento con una seconda classificata oppure con una tra le peggiori quattro delle otto squadre sopra citate. Questo per quanto riguarda i sedicesimi, dagli ottavi in poi, se il Milan dovesse passare, non ci sarebbero più sconti e potrebbe quindi accadere di tutto.

ULTIMO SFORZO- Questa sera occhi puntati ovviamente su Atalanta-Lione l’unica gara delle tre in programma a mettere in palio ancora qualcosa, i bergamaschi si giocano il primo posto in casa, forti dell’1-1 in Francia che in caso di 0-0 consentirebbe a Gasperini di qualificarsi come primo in virtù del goal fuori casa. «Non siamo abituati a giocare partite decisive da dentro o fuori-ha detto Gasperini-ecco perché contro il Lione dobbiamo giocare al massimo e come sappiamo. Non ci sarà nessun turn over». Grande interesse ma meno pressione per la prima europea di Gattuso in Croazia con il Rijeka: «voglio vedere una squadra che sappia di essere forte ma che sappia soffrire». Queste le parole del tecnico alla conferenza stampa di vigilia. La Lazio affronta lo Zulte pensando ai giovani ma soprattutto a Felipe Anderson assente da tempo per infortunio. Possibilità dunque di turn over per Inzaghi come dichiarato da lui stesso.

IL NAPOLI- Lo Shakhtar Donetsk vince 2-1 contro il Manchester City e taglia le gambe al Napoli, passato in vantaggio a Rotterdam addirittura dopo 2 minuti ed intento a vincere la gara come da programma prima di crollare mentre gli ucraini andavano a prendersi anche i 3 punti contro la squadra prima nel girone e prima anche in Premier League dove domenica affronterà il Derby. Il Napoli retrocede dunque in Europa League dove troverà Milan, Atalanta e Lazio. Decade quindi il progetto Champions agli ottavi ci vanno City e Shakhtar, eliminato anche il Feyenoord alla prima vittoria su sei gare.

Articolo precedente
Milan-Bologna, sarà Marco Guida l’arbitro: i precedenti
Prossimo articolo
GattusoAmelia incoraggia Gattuso, a Benevento bicchiere mezzo pieno