Elliott valuta l’entrata in borsa: ieri cena tra dirigenza e allenatore

Paul Singer Elliot
© foto www.imagephotoagency.it

Vertice tecnico-dirigenziale ieri per il Milan nel ristorante di Gennaro Gattuso, Elliott intanto pensa alla quotazione in borsa

La dirigenza del Milan ieri si è riunita, come riportato in esclusiva da Radio Rossonera, nel ristorante di proprietà di Gennaro Gattuso dove sono stati individuati a cena il presidente Scaroni, Leonardo, Maldini, il mister e Gordon Singer, figlio del numero uno di Elliott (Paul Singer). Un’occasione ottimale per permettere a tutti i nuovi elementi della dirigenza di riunirsi insieme alla proprietà e al tecnico in vista dell’inizio della prossima stagione e soprattutto con il countdown del calciomercato sempre più imminente. Tra i temi trattati ci sono state sicuramente le prossime mosse in entrata e quelle in uscita che vedranno il Milan liberarsi dei calciatori in eccesso, soprattutto in attacco, e almeno un acquisto sia per la corsia esterna che per il centrocampo.

Probabilmente non menzionato all’interno della cena potrebbe essere però il futuro scenario che sembra essere nei programmi di Elliott per il Milan: la quotazione in borsa. Il club rossonero sta attraversando una fase di restyling dal grande impatto mediatico, come evidenziato dal ritorno di Paolo Maldini, e potrebbe anticipare proprio il possibile futuro ingresso nella borsa internazionale come già fatto in Italia da Lazio, Roma e Juventus. Una scelta che permetterebbe ad Elliott di cedere parte delle proprie quote senza dover obbligatoriamente prenderne il controllo nel prossimo futuro.

Articolo precedente
Calendario Serie A: info, streaming e tv delle prime tre giornate
Prossimo articolo
DepayMilan, niente Bernard: il brasiliano sceglie l’Everton. Rispunta l’ipotesi Depay?