Corson (Flamengo): «Duarte veloce, deve migliorare sulla concentrazione»

Julia Corson
© foto Instagram @juliacorson

Esclusiva Milannews24: Julia Corson, giornalista vicina al Flamengo, descrive le qualità del brasiliano Leo Duarte

L’ultimo arrivato Leo Duarte andrà a rinforzare il reparto arretrato di Marco Giampaolo. Il difensore, che partirà probabilmente dietro Musacchio e Romagnoli nelle gerarchie dell’allenatore, vuole ritagliarsi uno spazio importante nel corso della stagione. Abbiamo intervistato Julia Corson (@juliacorson), giornalista vicina al Flamengo, che ha seguito molto bene da vicino la crescita di Duarte.

Quali sono i punti forti e le debolezze di Duarte?
«Duarte è un giocatore molto veloce, seppur non molto alto rispetto ad altri difensori. L’agilità può essere considerata la sua qualità migliore. Tuttavia, essendo ancora giovane, presenta qualche problema di concentrazione in certi tratti della partita, ma sono sicura che migliorerà a contatto con il calcio europeo. Ha molta grinta e questo lo aiuterà ad adattarsi».

Gli 11 milioni spesi dal Milan sono un prezzo giusto?

«Sì, penso sia il giusto prezzo per un giocatore che si sta formando. Il Milan ha colto il momento giusto perché se avesse aspettato ancora un po’ il prezzo sarebbe cresciuto. A fine anno il Flamengo potrebbe conquistare qualche trofeo con conseguente aumento dei prezzi dei giocatori».

Duarte è pronto per la Serie A italiana?

«Penso che sia pronto, anche se sicuramente deve lavorare per adattarsi al livello del calcio italiano. Così come Paquetà, proviene dal vivaio del Flamengo e fin da subito ha attirato l’attenzione degli addetti ai lavori. È stato campione nella Copa Sao Paulo Junior nel 2016 prima di diventare un calciatore professionista. Deve solo migliorare su alcuni aspetti per diventare un giocatore completo».

Prima Paquetà, ora Duarte. Sembra esserci un legame stretto tra la dirigenza del Milan e quella del Flamengo…

«È normale che il Milan guardi in casa di uno dei club più prestigiosi in Brasile. Il Flamengo ha un settore giovanile di qualità, basti pensare a Vinicius Jr, Paquetà e Duarte.  Le buone relazioni tra Milan e Flamengo vanno avanti da molto tempo, da quando Ronaldinho si trasferì da Milano a Rio de Janeiro. E poi entrambi i club sono legati dai colori rossoneri, tanto che alcuni tifosi del Flamengo a volte allo stadio indossano la maglietta del Milan».

Il Milan sta seguendo anche Everton del Gremio. A che punto è la trattativa?

«Da quanto ne so era una possibilità fino ai primi di luglio, ma ora il Napoli si è fatto avanti ed è pronto a mettere sul piatto più di 45 milioni per superare l’offerta (rifiutata) del Beijin Gouan».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Enquanto a Libertadores não volta… 🎬🎤🎥 . 📸 @delmirojunior

Un post condiviso da Julia Corson (@juliacorson) in data: