Conferenza Pioli: «Il Milan non è stanco. Ci saranno delle rotazioni»

Pioli
© foto Stefano Pioli, tecnico del Milan

Conferenza Pioli LIVE: le parole del tecnico rossonero alla vigilia del match di campionato in programma domani a San Siro Milan-Spezia

Conferenza Pioli: il tecnico rossonero interviene, come di consueto, in conferenza stampa da Milanello alla vigilia della prossima giornata di campionato: Milan-Spezia a San Siro domani alle 18.

Conferenza di Stefano Pioli alla vigilia di Milan-Spezia

AUGURI AD IBRA – «Con Zlatan ci siamo sentiti, gli ho fatto gli auguri. Vuole tornare a giocare come sempre, è triste di passare una giornata così da solo senza la sua famiglia. Vogliamo fare tutti noi gli auguri senza ricordare quanti anni ha».

RIO AVE – «L’altra sera è stato difficile pensare ad altro, era una partita che stavamo controllando ma che si è fatta difficile. Credo sia sbagliato continuare a parlare del passato, questa è una squadra che sta gettando le basi per costruire qualcosa di importante: pensiamo al presente anche per il nostro futuro. E’ da partite come quelle di giovedì che si diventa più consapevoli delle situazioni che dobbiamo migliorare».

CONDIZIONE – «Non ci si ferma perché si è stanchi ma solo quando il cammino sarà concluso. Dobbiamo abituarci a questo tipo di impegno perché, per fortuna, era quello che volevamo. Chiaramente a qualche giocatore ho dovuto chiedere diverse prestazioni ravvicinate, oggi valuterò e credo che ci dovremo abituare a delle rotazioni perché nel nostro modo di giocare la freschezza mentale è fondamentale. Lo Spezia domani arriverà con entusiasmo, dobbiamo farci trovare pronti».

NUOVO ARRIVO – «Hauge l’abbiamo conosciuto ieri, dal punto di vista fisico sta bene e forse anche meglio degli altri visto che viene da un campionato già iniziato da diverso tempo. Può essere della gara domani». 

TONALI – «Tonali aveva già fatto molto bene a Crotone, ha fatto bene quando è entrato giovedì. Sandro non è solo un giovane di prospettiva ma è un titolare del Milan».

KESSIE – «Kessié aveva avuto un leggero infortunio, è uno di quelli che ha tirato la carretta tanto. Vedrò che scelte fare».

CALCIOMERCATO – «Dalot? Lo valuterò quando arriverà. Il difensore centrale? Aspettiamo ancora qualche giorno e vedremo». 

MALDINI O COLOMBO – «Domani Maldini o Colombo? Vedremo, giovedì speravo di non dare punti di riferimento con due trequartisti. Qualche volta ci siamo riusciti bene, qualche volta no. Oggi sceglierò chi schierare domani contro lo Spezia». 

HAUGE – «Hauge ha giocato spesso a sinistra ma anche sulla trequarti, qualche volta anche a destra. Devo provarlo ma è un ragazzo rapido e tecnico, cercherò di schierarlo nella posizione più adatta. Arriva da un campionato diverso e con metodologie di lavoro diverso ma credo possa essere un giocatore». 

CASTILLEJO – «Castillejo credo possa fare meglio, non è al 100% dal punto di vista fisico. Anche qui ci vuole pazienza e lucidità nei giudici, Samu sa che deve recuperare e quando sarà nella migliore condizione saprà darci una mano».

PROSSIMA SFIDA – «Lo Spezia è una squadra che gioca bene al calcio e con un centravanti che sta segnando continuamente. Dobbiamo giocare con lucidità e impostarla sul dominio tecnico, giovedì non è successo».

STANCHEZZA – «Milan stanco? Abbiamo giocato due supplementari e pareggiato la partita all’ultimo minuto. Il Milan non mi è sembrato stanco. La sosta permetterà a chi non sarà chiamato in Nazionale di recuperare il fiato». 

LEAO – «Rafa si allena da una settimana con noi. Se non avessimo avuto le assenze di Rebic e Ibra l’avrei tenuto ancora un po’ a riposo. Non ha fatto niente per due mesi, dobbiamo aspettarlo e sa che può essere importante per noi in futuro». 

BRAHIM DIAZ – «Brahim Diaz ci da delle soluzioni soprattutto nell’uno contro uno, non abbiamo tantissimi giocatori bravi in questa situazione specifica. Credo possa migliorare nel posizionarsi tra le linee e nell’attaccare la profondità». 

GIRONE EUROPA LEAGUE – «Il mese di ottobre sarà fondamentale, mi auguro – a prescindere dal calciomercato – avremo modo di recuperare più giocatori possibili. Si parla spesso dell’assenza di Ibra ma sono diversi i leader che mancano: ci manca il nostro capitano, Rebic, Musacchio, Duarte e altri». 

LO SPEZIA «Tutte le partite portano delle insidie. Lo Spezia ha fatto un buon primo tempo con il Sassuolo, ha cambiato 15 giocatori rispetto alla stagione precedente ma ha mantenuto il proprio assetto vincendo in un campo difficile». 

Milan-Spezia, ultime e probabili formazioni

MILAN – Mister Pioli dovrà fare i conti con una rosa spremuta all’osso dopo la folle notte europea di Vila do Conde e con un ampio numero di infortunati/indisponibili, tra i quali spiccano ancora Romagnoli, Ibrahimovic e Rebic. Solite scelte obbligate in difesa, con la conferma della linea composta da Calabria, Gabbia, Kjaer e Theo Hernandez. In mediana Tonali potrebbe prendere il posto di uno tra Kessie e Bennacer. In attacco spazio a diversi ballottaggi. Trequartista sarà con ogni probabilità Calhanoglu, mentre sulle fasce Castillejo, Saelemaekers, Diaz e Leao si giocano i due posti da titolare. Davanti, unica punta, dovrebbe esserci Colombo.

SPEZIA – Qualche assenza pesante anche per i liguri. Zoet si è infortunato mercoledì sera, Rafael è pronto a sostituirlo. In difesa mancherà per squalifica Terzi, al suo posto giocherà Erlic. A centrocampo possibile titolarità per Pobega, pronto ad affrontare il suo Milan. Davanti Galabinov sarà affiancato da Verde e Gyasi.

PROBAILE FORMAZIONE MILAN 84-2-3-1) – G. Donnarumma; Calabria, Gabbia, Kjaer, Theo Hernandez; Bennacer, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Diaz; Colombo. All.: Pioli.

PROBABILE FORMAZIONE SPEZIA (4-3-3) – Rafael; Ferrer, Erlic, Chabot, Ramos; Deiola, Ricci, Maggiore; Verde, Galabinov, Gyasi. All.: Italiano.