Chiesa, ecco quanto vale il suo cartellino

© foto www.imagephotoagency.it

Chiesa, il suo cartellino vale quanto quello dei grandi campioni, non sarà facile portarlo via da Firenze ma ci si può provare

Chiesa, nessuno come lui in Serie A, un giocatore fantastico, giovanissimo, uno che quando è venuto a Milano ha mostrato una personalità incredibile, facendo saltare i nervi a Gattuso e soprattutto a Calabria, con quel dribbling prima del tiro in porta, imparabile per Donnarumma. Sono passati più o meno 2 mesi da quel Milan-Fiorentina, il ragazzo cresce in maniera esponenziale, la gara di Coppa Italia con l’Atalanta ha fatto girare la testa ai difensori bergamaschi che non sapevano più come contenerlo per rapidità e cambio di passo davvero impressionanti, a testimonianza di doti tecniche eccezionali che sicuramente meritano una valutazione tra i possibili acquisti per la prossima estate.

CONTRATTO E VALUTAZIONE- Il figlio del grande Enrico che al Milan segnò addirittura 17 volte, ha un contratto con la Fiorentina fino al 2022. Secondo quanto riportato questa mattina da Corriere dello sport, la valutazione attuale del cartellino dice 100 milioni di euro, una crescita esponenziale che ha visto raddoppiare la cifra di partenza da due mesi a questa parte. Varrebbe la pena fare uno sforzo per arrivare a prelevare questo potenziale campione, cresciuto nella Fiorentina ed approdato in prima squadra nel 2016, alla centesima gara da professionista con la Viola, festeggiata in Coppa Italia, contro l’Atalanta, con una prestazione incredibile.

COME ARRIVARE ALLA CIFRA- Chiariamo prima di tutto che da parte del Milan non si è mai palesato espressamente un interesse nei confronti del giocatore, anche se ormai è sotto gli occhi di tutti e sicuramente Gattuso un pensiero ce lo avrà fatto. A destra un giocatore così sarebbe la sua fortuna ma per arrivarci bisognerebbe in primis ufficializzare con il Siviglia il riscatto di Andrè Silva per 39 milioni di euro, poi vendere un giocatore economicamente di spicco, il principale indiziato potrebbe essere Suso, il quale gioca nella stessa posizione e non sta attraversando un periodo dei migliori. Con lui sarebbero altri 40 milioni di euro circa. Con altri esuberi si arriverebbe a cifra tonda, per riuscire a portare a casa un potenziale campione, già pronto per il calcio europeo.