Calabria, la difesa non basta: il terzino evidenzia un limite importante

Davide Calabria
© foto www.imagephotoagency.it

Calabria chiude con il Napoli una partita perfetta dal punto di vista difensivo, secondo il difensore però manca ancora qualcosa

Calabria, una partita sufficiente la sua, di grande contenimento e qualche sporadica spinta per cercare di aiutare Suso ma senza perdere di vista Insigne, pericoloso ma fermato a dovere. Lo 0-0 finale testimonia l’ottimo lavoro effettuato non solo da Calabria ma da tutto il reparto difensivo, centrocampo compreso. Da qui le parole del terzino che elogia la quadratura in fase di ripiego ma esorta i compagni d’attacco a fare di più, proprio per non giocare esclusivamente per non subire goal. Calabria, probabilmente in ballottaggio per la gara di martedì sera sempre contro il Napoli, ha parlato a Milan Tv come sempre in maniera schietta e ben definita: «Questa prestazione ci dà una carica in più. Sappiamo di essere una grande squadra anche se siamo giovani, dobbiamo migliorare su certi aspetti che a volte ci penalizzano. Stiamo lavorando bene dietro ma in attacco ci manca qualcosa. Affrontare una squadra come il Napoli con tutte le punte titolari e fare una partita del genere ci dà qualcosa in più ma dobbiamo puntare a vincerla. Ci sta che ci siano periodi migliori e peggiori, siamo migliorati in difesa e calati in attacco. Lavoriamo tutte le settimane sulla linea e ci sta dando risultati positivi. Ora dobbiamo tornare a segnare».

SUL PROGETTO ROSSONERO- «Spesso essendo il Milan ci si dimentica che siamo così giovani, tutti vorrebbero vincere ma se si guarda l’età siamo tra i più giovani. Stiamo costruendo un progetto che si può portare avanti tanti anni. Può fare bene a noi e al calcio italiano. Sono contento, abbiamo lavorato bene di squadra e in questi casi anche il singolo risalta. Paquetà ha sorpreso tutti per la sua prontezza, veniva da un campionato diverso dal nostro ma è pronto tatticamente e tecnicamente ha grande qualità. Piatek può portare tantissimi gol spero possano fare bene anche qua».