Ancelotti, il suo futuro sembra ormai chiaro: l’ex tecnico rossonero ora deve decidere

© foto www.imagephotoagency.it

Si delinea il futuro di Carlo Ancelotti, da un possibile ritorno in rossonero alla panchina della nazionale azzzura. Sembrerebbe fatta, mancano solo alcuni dettagli

Carlo Ancelotti torna a far parlare di se, quando ormai sembrava il prescelto per sostituire Wenger all’Arsenal arriva la proposta che non si può rifiutare da parte dei vertici del calcio azzurro. Nelle ultime ore Ancelotti avrebbe superato Roberto Mancini nella corsa per la panchina, al momento gestita da di Biagio. Qualche ora fa c’è stato un incontro segreto a Roma tra l’ex tecnico di Juventus e Milan (oltre che di Chelsea, Real Madrid, Psg e Bayern Monaco), Roberto Fabbricini e Alessandro Costacurta: la Figc gli avrebbe offerto il compito e dunque la responsabilità di ricostruire la nazionale italiana dopo il disastro Russia 2018. Giovanni Malagò non ha dubbi in merito alla decisione: per sostituire Gian Piero Ventura (e Gigi Di Biagio, in panchina nelle due amichevoli di fine marzo contro Argentina e Inghilterra), Ancelotti sarebbe il candidato numero 1. Nel primo incontro l’ex tecnico rossonero aveva manifestato tutte le sue perplessità: dovute, forse, al sondaggio dell’Arsenal per il dopo Arsene Wenger. Ora lo scenario è cambiato: Fabbricini e Costacurta si sono rifatti sotto, in maniera decisamente più netta. Secondo alcuni indiscrezioni, mancherebbe ancora l’accordo economico. 

Un passo da gigante per la nazionale azzurra se pensiamo al curriculum di Carlo Ancelotti, il quale ha sempre preso tempo per far si che fosse un club ad ingaggiarlo, piuttosto che una nazionale. Tempo fa si era ipotizzato anche un clamoroso ritorno al Milan, la firma triennale di Gattuso ha poi chiuso ogni prospettiva liberando di fatto Ancelotti verso nuovi orizzonti. L’Arsenal sembrava fattibile ma ora la nazionale propone nuovi stimoli ed ovviamente responsabilità diverse, vincolate alla qualificazione agli europei del 2020.

Articolo precedente
DonadoniAttento Milan, a Bologna ci credono: squadra tranquilla ma che ha voglia di vincere
Prossimo articolo
MirabelliElliott allunga la vita al Milan, ma non a Mirabelli: ecco chi potrebbe affiancarlo