Supercoppa, la pretattica di Alex Sandro: attenzione alle trappole

Massimiliano Allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Supercoppa italiana nel vivo della scena, Alex Sandro prova ad al zare la guardia nei confronti di un Milan sempre pericoloso

Supercoppa Italiana, a ristabilire l’equilibrio tra Juventus e Milan ci pensa (oltre al campo neutrale) l’esterno della Juventus Alex Sandro, intervistato dal sito ufficiale bianconero in partenza per Gedda, avvisando compagni e tifosi con un messaggio chiaro e decisamente interpretabile: «È una finale, una gara secca, diversa dalle altre E poi, dopo la ripresa, potremmo non essere al 100% della forma. Quindi dovremo metterci molta attenzione e concentrazione, per fare una bella gara. Il Milan Ha tanti giocatori di ottimo livello, come Higuain, che conosciamo bene e sappiamo essere importantissimo, ma anche Lucas Paquetà: so che ha una grandissima tecnica e pensa alle giocate un attimo prima degli altri. Sono già stato in Arabia Saudita con la nazionale, ma per noi sarà un’esperienza nuova e interessante. Comunque siamo preparati per giocare ovunque. Vogliamo la Champions League e penso che siamo fra le favorite, insieme a squadre come il Real Madrid, il Barcellona o il Paris Saint-Germain, ma ci sono tanti avversari di alto livello, come l’Atletico Madrid, che ci aspetta agli ottavi: contro di loro è sempre difficile giocare, ma noi dovremo fare il nostro lavoro».

PRETATTICA? Parole decisamente umili quelle del brasiliano della Juventus che un po’ fanno pensare alla classica pretattica dei giorni precedenti, chissà se nello spogliatoio bianconero l’umore è lo stesso del difensore e difensivista in questo caso, leggermente diverso dallo spirito bianconero. Difficilmente si vede la Juventus alzare la guardia prima di un match di questo calibro, negli ultimi anni è successo forse solo dai quarti di finale di Champions, quando l’imbuto si stringe. L’unico che ha sempre usato parole di questo tipo, ovvero umili e rispettose è Massimiliano Allegri che non ha mai sottovalutato nessuno, nemmeno l’ultima in classifica da grande esperto qual è e da grande conoscitore delle parole giuste da utilizzare in questi casi.

Articolo precedente
HiguainGedda, Higuain nervoso: fotografi mal graditi-VIDEO
Prossimo articolo
PiatekMilan, offerta per Piatek: a gennaio Preziosi cede sempre