Situazione Milan, Capello: poche e semplici parole dal significato enorme e sconfinato

© foto www.imagephotoagency.it

Fabio Capello esprime il proprio pensiero in relazione agli eventi più caldi della stagione in corso, sul Milan pochissime fredde parole

Fabio Capello, intervistato da Rmc Sport, illustra il suo pensiero in merito alla situazione del calcio italiano, approfondendo quelli che sono i tempi più caldi degli ultimi giorni. Si passa dal quasi scudetto del Napoli, all’arrivo di Ancelotti ai “danni” di Sarri che poco bene ha preso la decisione, tanto da ritenersi assolutamente deluso ed amareggiato (non per responsabilità di Ancelotti). Un accenno anche alla nuova panchina azzurra con Roberto Mancini per poi parlare di Milan. Parlare per modo di dire perchè l’ex tecnico rossonero con poche e semplici parole esprime ciò che un esperto come lui sente dentro, in relazione a quanto accaduto in questi giorni: «Milan? Aspettiamo l’UEFA». Una frase che per molti non significa nulla, per altri apre un mondo sulle reali possibilità societarie di uscire da una situazione surreale come la medesima. Un esperto come Capello avrebbe potuto sbilanciarsi sull’argomento ed invece ha preferito quasi il silenzio, come se davvero fosse tutto nelle mani dell’organo continentale, nonostante le rassicurazioni di Fassone. L’amministratore delegato chiaramente fa il suo lavoro che è anche quello di tranquillizzare gli animi in attesa di ulteriori sviluppi, ad ogni modo le parole di Capello fanno riflettere sul perchè un personaggio di spicco come lui abbia preferito glissare l’argomento.

Del resto non c’è molto da dire ma se la situazione fosse più leggera verrebbe facile esporsi senza rischiare di raccontare spropositi. Oggi è difficile per chiunque raccontare una verità fatta e finita, il mese di Giugno ci dirà perchè Fabio Capello abbia scelto questa linea, così particolarmente fredda e cauta.

Articolo precedente
Ranking Uefa, il Milan sprofonda in classifica
Prossimo articolo
Stampa RassegnaRassegna del 28 maggio 2018