Saint-Maximin al Milan, il Nizza conferma (parzialmente) l’affare

Saint-Maximin
© foto Twitter

Saint-Maximin è un obiettivo concreto del Milan per giugno, i rossoneri vogliono chiudere al più presto per evitare l’arrivo della concorrenza

Nelle scorse ore vi abbiamo raccontato di un accordo di massima già trovato tra il Milan e il Nizza per Saint-Maximin, esterno offensivo francese, per la prossima stagione. Il club transalpino ha fatto sapere, per vie ufficiose, tramite il Nice Matin, che al momento non è stato raggiunto alcun accordo. Ma come ammesso in via informale da un emissario del Nizza l’interesse del Milan è concreto da diversi mesi e si è rafforzato nelle ultime ore del mercato invernale, proprio per questo motivo ciò che all’apparenza può sembrare una smentita in realtà altro non è che una parziale conferma. Accordo o non accordo, i rossoneri hanno messo le mani sul talento del Nizza e hanno l’intenzione di chiudere l’affare prima della concorrenza per sferrare un colpo sulla scia di Lucas Paqueta acquisito con la medesima strategia diversi mesi prima dell’inizio ufficiale del calciomercato. Saint-Maximin è cresciuto nelle giovanili del Saint Ètienne. Nella squadra B dei biancoverdi ha giocato due stagioni, poi è passato in prima squadra. Dopo un lungo peregrinare tra la Germania e la Francia, il talentino ha trovato la consacrazione nel Nizza, club in cui è approdato nel 2017 per 10 milioni.

In questa stagione il classe ’97 ha messo a segno 6 reti in 21 presenze (un gol ogni 297 minuti) condite anche da 3 assist. Abile nel dribbling e nel saltare l’uomo, è il classico giocatore in grado di spaccare la partita e creare superiorità numerica. Il mese di gennaio è stato uno dei migliori dal punto di vista delle prestazioni: in rete contro Bordeaux, Monaco e Nimes. Il giocatore ha fatto tutta la trafila nelle giovanili della Nazionale francese, dall’Under 16 all’Under21 e sta aspettando la chiamata nella Nazionale maggiore. Il suo ruolo naturale è quello di esterno sinistro d’attacco (possibile sostituto di Calhanoglu), ma può essere impiegato anche a destra o da seconda punta. Ha ancora qualche difficoltà ad adattarsi  da esterno basso per via di qualche limite di natura tattica, mentre da prima punta ha realizzato 4 gol.

Articolo precedente
BoniekBoniek promuove Piatek: «Il prossimo anno sarà ancora più forte. Top Club? Il Milan lo è»
Prossimo articolo
DonnarummaSi lavora già al prolungamento di Gigio Donnarumma: contatti avviati con Raiola