Connettiti con noi

Milanello

Rinnovo Gattuso, ora la prova del nove: il calendario conduce al girone dantesco

Pubblicato

su

Iniziano le gare toste per Gennaro Gattuso che tra poco si confronterà con le squadre di alta classifica e soprattutto con le gare da dentro o fuori in coppa

Molto bene fino a questo momento, ora arriva il bello, o meglio la parte più complicata, quella che deciderà se portare Gattuso in trionfo oppure accontentarsi del buon lavoro svolto fino ad Ora.Secondo La Repubblica oggi in edicola Massimiliano Mirabelli, sarebbe intenzionato a rinnovare il contratto a Gennaro Gattuso. Possibile che il rinnovo venga formalizzato a metà marzo. Intanto il Milan si prepara ad entrare nel momento probabilmente più difficile della stagione con tre gare di campionato davvero complicate, una di Coppa Italia che ancora è un enigma ed un’altra di Europa League, dove i titolari potranno anche lasciare spazio a chi ha giocato meno. Si parte con la Sampdoria domenica dalle 20:45, i blucerchiati quest’anno fanno mirabilie, cose straordinarie che al momento consento a Gianpaolo di sognare in grande, in virtù di una classifica da sesto posto con 41 punti, meno 6 dalla Roma quarta in graduatoria. Ferrero molto probabilmente si “accontenterà” dell’Europa League anche se non è illecito sognare in grande quando l’aritmetica lo permette. All’andata finì 2-0 per il Doria, il presidente nel post partita si divertì a commentare in maniera decisamente ironica. Oggi sarà sicuramente consapevole che i tempi sono cambiati. Domenica 25 Febbraio c’è la Roma all’Olimpico, un’altra gara da dentro o fuori, ad Ottobre i giallorossi si imposero per 2-0, oggi la squadra di Di Francesco è reduce da un periodo di crisi legata soprattutto ai goal e al recente mercato che molto spesso ha sottolineato quanto Dzeko fosse vicino al Chelsea di Conte. Il 5-2 al Benevento potrebbe aver ristabilizzato l’ambiente ma prima c’è l’Udinese fuori casa. Arriviamo così al Derby del 4 di Marzo, la gara della stagione si potrebbe definire, al momento non possiamo sapere quale sarà la distanza in classifica tra le due squadre, tutto lascia pensare che sarà comunque una lotta con i rossoneri ancora intenti a sottrarre punti ai nerazzurri per il quarto posto Champions. Il Milan oggi ha delle armi in più rispetto alla gara di andata dove l’Inter sfruttò le tante indecisioni rossonere in fase difensiva.

Campionato a parte rimangono Europa League e Coppa Italia con la Lazio, per la prima non dovrebbero esserci problemi in virtù del 3-0 di Razgrad, per la seconda è ancora tutto da decidere, lo 0-0 di San Siro lascia ancora tutto aperto. La semifinale di ritorno con i biancocelesti si giocherà all’Olimpico mercoledì 28 Febbraio, a cavallo delle sfide con Roma ed Inter. Che lo spettacolo abbia inizio.