Rassegna stampa di Venerdì 4 Gennaio

Stampa Rassegna
© foto @Twitter

Rassegna stampa del 4 Gennaio 2019 di MilanNews24: ecco le prime pagine di Gazzetta dello Sport, Corriere della dello sport e Tuttosport

GAZZETTA DELLO SPORT

Rassegna stampa, la Gazzetta dello sport dedica ampio spazio alla Uefa in prima pagina, l’immagine più rappresentativa è quella di Boban che scende in campo e tuona contro l’organo europeo e contro le regole troppo rigide del Fair Play finanziario: “La stoccata di Boban, Fair Play da cambiare: così club come Inter e Milan non possono crescere”. «A chi porta soldi freschi vanno concessi gli investimenti». Queste le parole dell’ex centrocampista rossonero ed ora vice segretario della Fifa. Parole oggettivamente sacrosante quelle di Boban che sicuramente faranno discutere in senso positivo, qualcosa cambierà nei confronti di una regola che punisce più che aiutare i club a tornare a grandi livelli. Calciomercato, in taglio alto si parla anche di Milan, Carrasco in pole per il prestito immediato, “paura” per Kessie che dopo il riscatto obbligatorio della prossima estate potrebbe essere sacrificato, date le tante richieste di mercato pervenute in questi giorni.

CORRIERE DELLO SPORT

Corriere dello sport in prima pagina, in taglio alto, dedica ampio spazio alla Supercoppa italiana, non tanto alle probabili formazioni quanto all’imbarazzo scatenato dalle regole interne del paese ospitante (Arabia saudita) che costringerebbero le donne ad avere un settore a parte all’interno dello stadio rispetto agli uomini: “Juve-Milan in Arabia, cresce l’imbarazzo di Lega calcio e politica. Supecoppa al veleno. Miccichè: «Seguiamo le regole locali». Salvini: «Vergogna». Un evento che parte decisamente male nonostante i biglietti siano andati letteralmente in fumo a partire dall’apertura della vendita libera.

TUTTOSPORT

Tuttosport in prima pagina dedica il taglio basso agli argomenti più scottanti del momento, sempre in riferimento alla polemica Supercoppa, si legge il commento dell’avvocato Alessandra Di Legge: “Caso Jedda, ho la Juve nell’anima ma la dignità viene prima”. Così titola il pezzo della Di Legge, intenta ad esprime il proprio dissenso nei confronti di una manifestazione gestita sicuramente in termini di leggi locali ma che vanno decisamente contro le battaglie europee per i diritti delle donne.