Pato: «Cutrone impressionante, Silva fortissimo. Ecco chi decide il derby»

© foto www.imagephotoagency.it

Nel corso di un’intervista a Tuttosport, l’ex Milan Pato ha parlato così della sfida di domani sera, dando anche il suo parere su André Silva, Cutrone e Gattuso

Di derby ne ha giocati tanti così come ne ha decisi alcuni indimenticabili, come il 3-0 nell’anno dell’ultimo scudetto con Ibrahimovic squalificato. Lui, Alexandre Pato, non dimentica i colori rossoneri e, in vista del derby di domani sera, parla così a Tuttosport: «Mi aspetto una grande partita con un Milan in ottima condizione fisica e mentale ed un’Inter in lieve calo e sotto maggiore pressione, ma guai a darla per sconfitta in partenza. Ne vedremo delle belle!. Se guarderò il derby? Il derby lo si guarda sempre, ovunque ci si trovi. Ripresa del Milan? Sinceramente me l’aspettavo. La squadra è di qualità, ci sono tanti giovani bravi, conosco bene Rino e so cosa significa per lui allenare il Milan e ‘vivere’ in quel posto sacro che è Milanello. Faccio i miei complimenti a Rino ed al Milan per essere arrivati in finale di Coppa Italia, in bocca al lupo! Magari riuscirò a venire a vederla, chissà…».

UOMINI DERBY –  «Per l’Inter dico Mauro Icardi, per il Milan spero il capitano Leonardo Bonucci. Gattuso è un idolo per tutti i tifosi milanisti, ha il carattere e la personalità giusta e sa dialogare bene con i giocatori. E’ uno che compatta tutto il gruppo. Ero sicuro che avrebbe preso la strada di allenatore e che sarebbe arrivato al Milan. Ricordi derby? Adrenalina pura. Il mio preferito è stato il 3-0 all’Inter nel girone di ritorno della stagione 2010-2011, quella dell’ultimo Scudetto. I miei gol ci diedero una spinta nello sprint finale. Ricordi fantastici per me».

ANDRE SILVA E CUTRONE«Silva è fortissimo! Bisogna lasciarlo lavorare e soprattutto lasciarlo lavorare tranquillo. Cutrone? Ho seguito in questi mesi questo ragazzo e devo dire che il suo exploit mi ha impressionato».

Articolo precedente
Inter, Spalletti elogia Milan e Gattuso: verità o maniavantismo?
Prossimo articolo
Gattuso conferenzaGattuso teme l’Inter, nei derby non sempre vince chi sta meglio