Napoli-Milan, Pellegatti non perdona: quest’anno la pazienza ha un elastico ridotto

Carlo Pellegatti
© foto Instagram @Pellegatti

Pellegatti commenta in maniera decisa la sconfitta di Napoli, amara sotto certi aspetti, confortante per il primo vantaggio

Un anno fa, pronti via, grande entusiasmo nel segno della rinascita e della chiusura definitiva con il passato. Poi durante il corso della stagione le cose cambiano, la verità tecnica viene al pettine, come un fastidiosissimo nodo tra i capelli ed in seguito tutto ciò che ne concerne le questioni finanziarie. Risultato? Ci vuole tempo. Riflessione del tutto legittima. Oggi, ad un anno esatto di distanza, le stesse identiche parole con la differenza che il tempo di aspettare non c’è più, la pazienza è finita e dopo tutto ciò che si è subito nella passata stagione, diventa legittimo alzare i toni in maniera drastica, senza salvare più nessuno.  Carlo Pellegatti dal proprio canale Youtube ha commentato Napoli-Milan, il pomo della discordia di questi giorni: «Una partita che lascia con l’amaro in bocca. A volte la partita è meglio che rimanga sullo 0-1, dove riesci ad essere compatto. Lo 0-2 ha illuso il Milan di aver forse chiuso la partita. Il migliore in campo per il primo tempo è stato Bonaventura ma nel corso della partita mi è piaciuto Rodriguez. Se Rodriguez è stato tra i migliori qualcosa vuol dire che non ha funzionato. Errori di Donnarumma? Probabilmente Gigio ci ha abituato ai miracoli, è colpa sua se lo mettiamo tra i colpevoli. La spinta di gambe in almeno due occasioni ce l’aspettavamo più tonica ma è inizio stagione. Comunque, è un 3-2 molto doloroso».

MESSAGGIO A GATTUSO: Uno sfogo del tutto legittimo, quello di Pellegatti che con la solita eleganza che lo contraddistingue rivolge in sottotesto delle domande precise al tecnico rossonero, il quale dovrà trovare risposta entro venerdì contro la Roma, non una neo promossa, la Roma, una squadra che ha tutte le carte in regola per puntare per davvero allo scudetto.

Articolo precedente
borini milanMilan, oggi si torna in campo poi tutti a guardare la partita della Roma
Prossimo articolo
SusoMilan, la promessa di Suso: parole forti e piene di emozione