Connettiti con noi

News

Moviola Milan-Fiorentina: dubbi ma è Terracciano che esce a vuoto

Pubblicato

su

Moviola Milan Fiorentina: dubbi ma è Terracciano che esce a vuoto. L’analisi capillare dei vari episodi

Questa l’analisi dei quotidiani sui tanti episodi da moviola di Milan-Fiorentina.

LA GAZZETTA DELLO SPORT – Nel primo tempo (34’) lente d’ingrandimento in area rossonera per un contrasto Kalulu-Biraghi: il francese colpisce prima il pallone e sullo slancio la gamba sinistra del viola: l’arbitro lascia correre perché trattasi di naturale dinamica di gioco. Ancora alto rischio rigore al 14’ della ripresa, quando Tomori in scivolata travolge Ikoné: la discriminante non è che alla fine l’inglese riesca a toccare il pallone ma che l’attaccante sembra allargare la gamba sinistra per propiziare l’impatto. Sul gol del 2-1 al 92’, doppia protesta: è Terracciano in uscita a sbattere su Rebic che ha lo sguardo rivolto al pallone; poco prima c’è un contrasto dubbio fra Duncan e Rebic che Sozza, molto vicino, non giudica punibile.

TUTTOSPORT – Serata assai complicata. I due episodi chiave sono di difficile valutazione, non c’è una “soluzione” chiara ed evidente. Il contatto al 14′ della ripresa fra Tomori e Ikoné in area rossonera è dubbio: il difensore inglese con la gamba colpisce quella dell’ala viola, ma nello stesso intervento devia poi il pallone in angolo. Sozza decide per l’angolo: siamo al limite. Due contatti anche sul 2-1 del Milan: Kouame-Rebic a centrocampo, sembra più fallo del viola, e poi Rebic-Terracciano sul cross di Vranckx che Milenkovic devia nella propria porta: anche in questo caso sembra più il portiere a uscire a vuoto che il croato a colpirlo.

Milan News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 48 del 07/09/2021 – Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. – PI 11028660014 Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a A.C.Milan S.p.A. Il marchio Milan è di esclusiva proprietà di A.C. Milan S.p.A.