Milinkovic-Savic, ultimatum della Lazio all’agente: Juve, Real e Milan in corsa

Milinkovic-Savic
© foto www.imagephotoagency.it

Fumata sempre nera in casa Lazio per Milinkovic-Savic, Lotito preme con gli agenti per portare un’offerta da valutare nel poco tempo rimasto

Si allena ancora con la Lazio, Milinkovic Savic, il centrocampista serbo al momento rimane un giocatore di Lotito, il quale inizia a prendere posizione in merito ad una eventuale cessione che porterebbe in cassa (nel caso in cui vengano accettate le richieste di base) un minimo di 120 milioni di euro. La situazione attuale racconta di gialli e polemiche, come il ritardo di un giorno sul programma delle visite mediche, dovuto ad un aereo perso per colpa del traffico di Belgrado. Dunque nessuna trattativa ufficiale in corso fra gli agenti del giocatore, i club interessati e il patron biancoceleste. C’è anche il Milan in attesa, oltre a Juventus e Real Madrid, il mercato inglese è chiuso, dunque il Manchester United è fuori, per buona pace di Mourinho. Come detto, Lotito per la cessione definitiva del giocatore serbo chiede non meno di 120/130 milioni di euro, finora ha sempre bocciato l’idea di un prestito oneroso con diritto di riscatto e, soprattutto vuole che la situazione si chiarisca a breve, intenzione che non fa una piega dati i tempi strettissimi del calciomercato italiano.

Nei piani della società laziale ci sarebbe chiaramente l’idea di reinvestire il capitale accumulato dalla cessione del giocatore, due operazioni che ovviamente richiedono molto tempo, soprattutto per trovare un sostituto all’altezza di Savic. Per questo, secondo Repubblica, la Lazio avrebbe dato un ultimatum agli agenti e agli intermediari che stanno proponendo il giocatore. Offerte concrete entro domenica, oppure Sergej sarà tolto dal mercato.

POSIZIONE MILAN- La società rossonera ovviamente si muove anche su altri fronti, a breve dovrebbe chiudersi l’affare Bakayoko e poi le cessioni, fondamentali quelle di Kalinic, Silva e Bacca. Maldini durante la sua presentazione è stato chiaro, non ci saranno spese pazze, affermazione dettata chiaramente dall’imposizione del regolamento relativo al Fair play finanziario. Tuttavia il Milan rimane una concorrente all’acquisizione del cartellino del giocatore classe 1995, in virtù del fatto che il centrocampo di Gattuso ha estrema necessità di rinforzi.

Articolo precedente
Higuain MilanTrofeo Bernabeu, sabato sera Real Madrid-Milan: Higuain al debutto in forma smagliante
Prossimo articolo
Antonelli SusoAntonelli lascia il Milan, va all’Empoli